Caricamento in corso...
05 giugno 2012

Il cinema del Boss

print-icon
cov

In attesa di vederlo sul palco della Stadio Meazza il prossimo 7 giugno per il suo primo concerto italiano, esce nelle librerie "Il cinema secondo Springsteen", volume dedicato al rapporto tra il rocker americano e la Settima arte

Mentre Bruce Springsteen sta per arrivare in Italia col suo Wrecking Ball Tour per le tre attesissime date (il 7 giugno allo stadio Meazza di Milano, il 10 al Franchi di Firenze e l'11 allo stadio Nereo Rocco di Trieste), un nuovo libro approfondisce, per la prima volta in maniera organica e strutturata, il rapporto tra il "Boss" e la Settima arte: si intitola "Il cinema secondo Springsteen" (240 pagine, 12 euro) e lo hanno curato il giornalista e saggista Diego Del Pozzo e lo storico del cinema Vincenzo Esposito per il marchio Quaderni di Cinemasud delle edizioni Mephite.

Un rapporto non riducibile alla sola presenza dell'artista nei film, in veste di attore o autore di brani da colonna sonora, come nei casi di Elvis Presley, Beatles, Rolling Stones, Bob Dylan o David Bowie. Springsteen ha infatti influenzato tanto cinema americano con "pezzi di immaginario" direttamente riconducibili alla sua produzione artistica.

Nel volume, titoli di film che hanno segnato in profondita' l'immaginario springsteeniano e la sua scrittura (per esempio, "Furore" e "Sentieri selvaggi" di John Ford, il noir "Thunder Road" o "Badlands" di Terrence Malick), ma anche altri più o meno direttamente ispirati dall'arte del musicista (da "Lupo solitario" di Sean Penn al poliziesco "Cop Land", dal neo-western "Le tre sepolture" al dolente "The Wrestler" con Mickey Rourke).

Ma c'é ampio spazio, naturalmente, pure per l'Oscar vinto nel 1994 per la canzone "Streets of Philadelphia" inclusa in "Philadelphia" di Jonathan Demme e per gli altri brani originali composti per il cinema. Nella sua parte centrale, il libro presenta due contributi di Antonio Tricomi (sui videoclip, spesso "d'autore", che hanno contribuito a dare ulteriore forza visiva alle canzoni) e Fabio Maiello (sulla centralita' delle liriche nell'universo della "Springsteen Soundtrack"), mentre la sezione conclusiva (un lungo saggio di Corrado Morra, presidente della Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli) indaga sull'evoluzione dell'Icona Springsteen nel corso dei decenni a partire dalle immagini delle copertine dei suoi album. Completano il libro filmografie e videografie finali, oltre alla dettagliata bibliografia.

Ecco alcuni video pubblicati su Youtube del Wrecking Ball Tour (Lisbona - 4 giugno 2012)









IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky