26 giugno 2012

Baby K guida la carica del rap al femminile

print-icon
bab

Baby K

Dopo il successo del suo EP in free download, "Lezioni di volo", per l’artista è cominciato un momento d’oro, con l’apertura del concerto di Nicki Minaj e un contratto con Sony. Ma da La Pina a Marya, in Italia le mc in rosa sono sempre più numerose

Il suo ultimo EP, messo a disposizione gratis sul suo sito ufficiale, ha superato in breve i 10.000 download. Max Pezzali l’ha chiamata a cantare in Lasciati toccare su disco in occasione del ventennale di Hanno ucciso l’uomo ragno. La Sony le ha fatto firmare un contratto fresco d’inchiostro. E, dulcis in fundo, Nicki Minaj l’ha voluta per aprire la sua unica data italiana, a Milano. Insomma, per Baby K è un periodo a dir poco rosa. E rosa è il colore giusto, perché il suo recente successo dimostra come le mc al femminile si stiano conquistando uno spazio sempre maggiore all’interno di un ambiente poco aperto nei confronti delle donne, come quello dell’hip hop italiano.

“Le ragazze che si dedicano all’hip hop sono sempre di più” ci conferma la stessa Baby K, “E in generale, le donne sono più veloci a cambiare il loro status”. Non solo nel rap: “Una volta le donne al lavoro non rimanevano legate al loro ruolo tutta la vita. Oggi invece fanno carriera, da assistenti diventano manager e riescono a fare tutto in autonomia”. Insomma, complici grinta e voglia di dimostrare il proprio valore, hanno una marcia in più.

Per farcela, Baby K ha usato delle armi segrete: “Al rap mescolo la dance, per cui il mio stile è vicino a quello dell’hip hop contemporaneo”. Ma anche la buona sorte ha avuto la sua parte: “Ho avuto la fortuna che Amir [nda: rapper italo-egiziano in uscita col nuovo album Grandezza naturale] si accorgesse di un mio street album”. E da lì le cose sono andate sempre meglio.

Ma come detto, Baby K non è l’unica mc in circolazione. La veterana del gruppo è di sicuro La Pina, che ha sfondato sia con gli Otierre che come solista, per poi darsi alla carriera radiofonica e televisiva. Poi c’è Marya, “sorella d’arte” di Esa e Tormento, rispettivamente ex Otierre e Sottotono. E si stanno facendo largo altri nomi come Missa, presunta ex di Fabri Fibra che è uscita di recente con il disco Il grande bluff, o ancora Lady D e Malaisa. Alcune le potete scoprire nella nostra gallery. Per le altre, non dovete fare altro che aprire gli occhi e guardarvi un po’ in giro…

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky