29 giugno 2012

Manga Nairo, tra Peter Pan e Lolita colora la musica

print-icon
man

Manga Naìro in uno scatto sul suo facebook

L'artista pugliese esce con EP che si intitola Decidi tu . Dentro ci mette tutte le sue irrequietezze e la voglia di farcela senza l'aiuto del talent. Ecco l'intervista

di Fabrizio Basso

Colori, colori e ancora colori. Che ragazza curiosa che è Eleonora Manganaro, in arte Manga Naìro. Rifugge la quotidianità ma la racconta, si acconcia da Lolita ma si sente una Peter Pan donna. Difficile trovare il filo giusto per dipanare la sua anima. In fin dei conti se cadesse il mistero cadrebbe anche il fascino del personaggio.

Partiamo dal video infantilmente conturbante?
Raccoglie il mio essere, nelle sequenze di immagini ci sono le mie tre personalità.
La prima?
Sul divano: la mia parte goffa e sbarazzina.
La seconda?
Sull'altalena: la femminilità.
La terza?
Permea ogni immagine del video. Io vivo in un mondo mio, tra bambole e cartoni animati.
Quanti anni ha?
Direi 28.
E gioca ancora con le bambole?
Che c'è di male. Il mio look è da bambina.
Però nei testi affronta questa epoca difficile.
Non scrivo solo canzoni autobiografiche. Raccolgo storie e le metto in musica.
Ma sempre con un filo di simpatia.
Odio le fossilizzazioni. La musica anche quando racconta cose tristi deve sempre lasciare un sorriso.
Come nascono le sue canzoni?
Prima un arrangiamento in studio con la band. Ognuno fornisce il suo contributo. Poi ci canticchio sopra in un inglese maccheronico e registro sul cellulare. Poi inizio a lavorare sul testo insieme a Mina Mazzone.
Ha sempre voluto fare la cantante?
Sempre. Ma come carriera, non a tempo perso nei locali.
Dura eh?
Molto ma non voglio scorciatoie. Niente talent. Pensi che a un certo punto ho mollato non vedendo sbocchi e mi sono rimessa in pista solo quando ho trovato la band per me perfetta. Che è l'attuale con Walter Mariano alle tastiere e sintetizzatore, Davide Guido alla chitarra, Davide Nocco al basso e Stefano Zaminga alla batteria. L'album è prodotto da Moris Marzino.
Curiosi i suoi vestiti.
Me li disegno io. E mi trucco da me.
Ha anche avuto una parte nel film Melissa P.
Facevo Lavinia, la cattiva. Bella esperienza ma meglio la musica.
Ama i manga?
Mi piacciono ma non li leggo. Mi servono da ispirazione.
Messaggio del disco?
Essere artefici del proprio destino. Come già dicevano i latini.


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky