Caricamento in corso...
05 febbraio 2013

Chiara Galiazzo: "Un posto nel mondo è il disco che sognavo"

print-icon
chi

Chiara Galiazzo

La vincitrice di X Factor 6 , protagonista di uno Speciale in onda su Sky Uno Giovedì 7 febbraio alle 20.05 , ha presentato il suo primo album, in uscita il 14 febbraio, che contiene le due canzoni sanremesi. Leggi l'intervista

di Marco Agustoni

Chiara Galiazzo accoglie i giornalisti con una domanda preoccupata: "Non è che c'è qualcuno con l'influenza?". Questo interrogativo esemplifica la tensione che, comprensibilmente, la vincitrice di X Factor 6 prova alla vigilia della sua partecipazione al Festival di Sanremo. Ma oggi si parla di altro, ovvero di Un posto nel mondo, disco d'esordio della ragazza di Padova che ha folgorato il pubblico di Sky Uno (e non solo). Peralto la talentuosa cantante sarà protagonista di Da X Factor a Sanremo: semplicemente Chiara, uno speciale (in onda giovedì 7 febbraio su Sky Uno alle 20.05) che racconterà il viaggio della nostra campionessa dal palco del talent show più famoso del mondo al palco più rinomato della cultura musicale italiana, quello dell’Ariston.

Spazziamo subito via ogni equivoco: Un posto nel mondo non è un disco pieno di canzoncine sciape ma accattivanti per cavalcare l'onda lunga del talent show da cui è uscita. Basta scorrere la lista degli autori degli undici brani - Francesco Bianconi dei Baustelle, Fiorella Mannoia, Federico Zampaglione, Dente, Samuel Romano dei Subsonica, Neffa e molti altri - per capire che in Sony hanno puntato a unire l'orecchiabilità con la qualità di testi e arrangiamenti. Così si va da brani più solari come Vieni con me ad altri più riflessivi come Cuore nero, passando per il giocoso Supereroe. Sempre però all'insegna di un pop raffinato. Non mancano ovviamente le due canzoni che Chiara presenterà a Sanremo, ovvero Il futuro che sarà e L'esperienza dell'amore, e l'inedito portato a X Factor scritto da Eros Ramazzotti, Due respiri. Ecco come Chiara ci ha parlato, non senza tradire l'orgoglio, di Un posto nel mondo.

Per registrare questo disco non c'è stato molto tempo...
Lo abbiamo fatto solo in due mesi, ma sono davvero soddisfatta del risultato, perché in Sony hanno capito quello che avrei voluto fare e quello che non avrei voluto fare. Se avessi dovuto fare un album per conto mio, sarebbe stato proprio così.

Che cosa non avresti voluto fare?
Sapevo che non volevo cantare i soliti testi d'amore sdolcinati. E sapevo come volevo parlare delle cose. Quando fai un disco hai una responsabilità, perché tu parli e la gente ti ascolta, e io non avrei potuto dire delle cose che non penso. Quelli del disco sono tutti testi semplici, ma dicono cose importanti.

Un brano di cui sei particolarmente orgogliosa?
Non ce n'è uno preferito, ma se dovessi essere una canzone dell'album allora direi Arrendermi (nda: scritta da Samuel Romano), perché non suona affatto "italiana". Ha questa atmosfera fantastica che mi dà l'idea di stare in un bosco. E poi sono molto contenta di aver cantato un brano di Dente, che io e i miei amici conosciamo molto bene, ma non è ancora così noto al grande pubblico.

Hai avuto modo di interagire con questi autori?
Se non li ho incontrati, li ho almeno sentiti per telefono. Se c'era qualcosa che non capivo glielo chiedevo e abbiamo anche modificato alcuni versi. Per me è stato fantastico, perché molti di loro erano effettivamente tra i miei autori preferiti.

È più facile cantare delle cover come a X Factor o degli inediti?
Dipende. Diciamo che un inedito è più facile nel senso che prima di te non l'ha mai fatta nessuno, per cui non c'è il problema del confronto con l'interprete originale, che è sempre difficile.



Prima di X Factor?
Prima di X Factor cantavo nei bar con questo mio amico. All'Università studiavo un'ora e le altre ventitre cantavo. I problemi e l'insoddisfazione sono arrivati dopo, con il lavoro, perché arrivavamo a casa tardi ed eravamo stanchi, ma provavamo lo stesso. È stato lì che ho pensato che avrei dovuto farne una professione.

E adesso c'è Sanremo: eri già una fan del Festival?
All'Università seguivo molto il Festival, con i miei amici ci mettevamo a guardarlo e davamo i voti alle canzoni. Poi io dicevo che magari un giorno ci sarei arrivata e i miei amici mi facevano "ahahahah"... ma adesso hanno poco da ridere!

Prima di andare in Liguria Sky Uno propone uno speciale su di te...
Lo so, giovedì prossimo alle 20.05 andrà in onda Da X Factor a Sanremo: semplicemente Chiara: le telecamere di Sky mi hanno sempre seguita, a volte mi dimenticavo pure che c'erano. Chissà che immagine uscirà di me.

Sky ti ha anche fatto una sorpresa con Alessandro Borghese.
Stupenda. Non ho mai amato i programmi di cucina perché non so...cucinare. Ma Alessandro Borghese mi ha subito colpita, mi ero fissata. Ne ho parlato a Sky e loro, a mia insaputa, me lo hanno fatto trovare a casa che cucinava per me. Una cena superlativa!

Nel disco si sente più di un ukulele, per cui a quanto pare hai una vera passione...
Mi piace perché è uno strumento essenziale, ma dà gioia. Fosse per me avrei fatto tutto un disco ukulele e voce!

C'è già un tour in programma?
Un tour è nell'aria, ma per ora non c'è ancora niente di definito. Nel caso, però, devo essere preparata, perché un conto è cantare nei bar...

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky