Caricamento in corso...
25 febbraio 2013

Oscar a suon di musica

print-icon
162

Nella foto la performance musicale del cast di "Les Misérables" - Foto Getty Images

Come era stato annunciato e promesso negli ultimi giorni, la notte dell’85esima edizione degli Academy Awards si è svolta all’insegna della musica, e anzi più precisamente all’insegna del magico connubio tra musica e cinema

Seth MacFarlane, presentatore degli Oscar 2013, attore comico ma anche cantante, pianista e compositore sa di cosa parla quando si tratta di musica, e ci regala una cerimonia piena di momenti musicali che non costituiscono meri intermezzi tra una premiazione ed un'altra, ma sono veri e propri omaggi al fondamentale ruolo rivestito dalle colonne sonore nel cinema. Non a caso, le musiche di Via col Vento, Forrest Gump e Il Padrino, tra le altre, hanno accompagnato i vincitori dopo il loro discorso di ringraziamento durante tutta la serata – creando tuttavia a volte dissonanze stridenti.

Nei primissimi minuti della serata, MacFarlane viene ammonito dal Capitano Kirk di Star Trek (William Shatner), in collegamento dal futuro, che gli intima di non fare scelte di cattivo gusto, altrimenti avrebbe ricevuto recensioni negative. Il presentatore riesce così grazie al suo consiglio (“Keep it classy”) a farsi perdonare l’iniziale e ridicola performance preregistrata di “We Saw Your Boobs” – nella quale fa una lista di tutte le attrici che hanno mostrato le proprie grazie in almeno un film.



Si è poi esibito in classici come The Way You Look Tonight – in cui viene accompagnato dalla coreografia della coppia Channing Tatum e Charlize Theron in perfetto stile Fred Astaire e Ginger Rogers – e High Hopes, canzone resa famosa da Frank Sinatra, cantata insieme a Daniel Radcliffe e Joseph Gordon-Levitt, per poi lasciare lo spazio alla prima premiazione con un grandioso numero coreografato sulle note di Be Our Guest, brano tratto dal film Disney La Bella e la Bestia.

Durante la serata inoltre molti stati i tributi al genere del film musicale: dopo esattamente 10 anni dalla premiazione di Chicago come Miglior Film, Catherine Zeta-Jones è tornata nei panni della femme fatale Velma Kelly (per la quale si era guadagnata il titolo di Miglior Attrice Protagonista) e si è esibita nella celebre canzone simbolo All That Jazz!, conquistando l’attenzione di tutto il Dolby Theatre. Alla sua performance è seguita quella della strepitosa Jennifer Hudson, la giovane star di Dreamgirls – attualmente impegnata in televisione con il telefilm Smash – che ha riproposto And I Am Telling You I’m Not Going, con la carica e il soul che la caratterizzano, e per le quali ha vinto l’Oscar per Miglior Attrice Non Protagonista nel 2007.



Un altro omaggio era poi dovuto: in onore dei 50 anni di anniversario della saga cinematografica di James Bond è stato creato un favoloso montaggio che ha ripercorso la storia dell’agente 007, impreziosito dalle performance musicali di Shirley Bassey con la sua celebre Goldfinger, e da quella dell’incantevole Adele, la cantante britannica 24enne che ha incantato la platea degli Academy Awards con la sua Skyfall, esibita per la prima volta live e che ha ricevuto il Premio Oscar per Miglior Canzone.



Ma il momento musicale più emozionante della notte delle stelle 2013 è stato quello dell’esibizione dell’intero cast di Les Misérables: un medley di canzoni dal grandioso melodramma diretto da Tom Hooper partendo da Suddenly (candidata come Miglior Canzone Originale) intonata da un bravissimo Hugh Jackman, al quale si è affiancata Anne Hathaway con l’ormai iconica I Dreamed A Dream – che le è valsa il Premio Oscar come Miglior Attrice Non Protagonista – e a seguire Amanda Seyfried, Eddie Redmayne, Russell Crowe, Helena Bonham Carter, Sacha Baron Cohen e Aaron Tveit, in un intreccio di voci davvero unico e indimenticabile, che ha riassunto in pochi minuti la grandezza e l'emozione della storia di Jean Valjean e dei personaggi di Victor Hugo. A coronare il numero musicale, enormi e spettacolari bandiere francesi sono state calate dal sipario, in un trionfo di applausi.



Da ricordare anche la partecipazione di Barbra Streisand con una toccante The Way We Were per il momento dedicato all’"In Memoriam", e l’esibizione di Norah Jones con Everybody Needs a Best Friend, scritta da MacFarlane per il suo Ted. La celebrazione degli Oscar si è poi chiusa, dopo la premiazione di Argo come Miglior Film, con un duetto tra Seth MacFarlane e Kristen Chenoweth, stella di Broadway, che hanno cantato Here’s To The Losers di Frank Sinatra.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky