Caricamento in corso...
08 maggio 2017

Piero Cassano lascia i Matia Bazar

print-icon
Piero Cassano lascia i Matia Bazar

Piero Cassano ha lasciato i Matia Bazar con un toccante messaggio su Facebook. La notizia arriva a sorpresa, ma era da tempo che le divergenze artistiche con Perversi promettevano una simile conclusione.

La notizia che Piero Cassano ha lasciato il suo gruppo d’origine, i Matia Bazar, è giunta qualche giorno fa suscitando lo stupore di tutti i fan.

Il messaggio sui social

L’annuncio ci è giunto attraverso il suo profilo Facebook. “Ciao a tutti. Ho deciso di uscire dai Matia Bazar e non è stata una decisione facile, tutt’altro! Ma ho sentito in maniera troppo forte l’esigenza di non risollevare più “quella saracinesca chiusa dal destino o comunque da una volontà suprema molto più forte della mia”. Ho preso questa durissima decisione nella convinzione più totale che così facendo, avrei rispettato al massimo tutta la storia dei Matia. Per questo ho preferito che Fabio Perversi continuasse da solo un nuovo corso Matia Bazar – che auguro sia sempre pieno di rinnovati successi – per la sua bravura artistica, le sue grandi capacità, il suo valore umano. I Prossimi Matia Bazar saranno il futuro che avanza, una vera novità. Ed io il loro primo fan.” La notizia ha sollevato tutti gli irriducibili appassionati del gruppo, che si sono profusi in cortesi saluti e tanta solidarietà per una decisione matura, presa in seguito a ponderate riflessioni su di sé e sulla salute del gruppo per cui Cassano ha speso tempo e amore.   

Il motivo di questa separazione risiederebbe dunque nelle divergenze artistiche e creative con il compagno di squadra Fabio Perversi. A cambiare definitivamente l’equilibrio all’interno dei Matia Bazar è stata la morte del batterista, nel 2015. Non è la prima volta che Piero Cassano lascia i Matia Bazar: la prima pausa se la prese tra il 1981 e il 1999, per poi fare un grande ritorno come tastierista della nuova formazione. A quanto pare, però, l’idillio non era destinato a durare, e Cassano ha deciso di chiudere una seconda volta.

Piero Cassano, artigiano della musica

Piero Cassano non è solo un musicista. Lo avevano capito i giornalisti che, nel corso degli anni, lo hanno intervistato ed hanno stretto con lui un’intesa tutta speciale. Grazie a Marco Mangiarotti, M. L. Fegiz e molti altri, Piero è entrato nell’immaginario collettivo come un uomo che non solo ama la musica, ma è alla indefessa ricerca di nuove destinazioni, nuovi orizzonti e vecchie emozioni. Questo artigiano della musica – così lo hanno definito - è un maestro della tecnica strumentale, ma è anche un uomo maturo che con l’età, come ha dichiarato su Facebook, ha capito che per scrivere una canzone serve più cuore che talento. L’addio ai Matia Bazar non equivale però ad un addio alla musica: Piero Cassano vive e respira le note da molti anni, ormai, e desidera voltare pagina mettendo la sua esperienza al servizio delle nuove generazioni di artisti, autori e compositori.

Nel corso degli anni Piero Cassano ha scritto musica per artisti del calibro di Eros Ramazzotti, Mina, Milva, Fausto Leali, Demis Roussos, Ginette Reno e Mocedades. Tra le sue esperienze più particolari ricordiamo anche la musica di alcune delle canzoni della nostra infanzia come la sigla di Nanà Supergirl, Pollon combinaguai, The Mask, Sailor Moon e molte altre. Per un artista poliedrico come Cassano, un addio ai Matia Bazar può significare solo che il futuro sta serbando per lui nuove ed emozionanti avventure musicali che non vediamo l’ora di scoprire.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky