Caricamento in corso...
17 maggio 2017

La bufala di Avril Lavigne morta e rimpiazzata da una sosia

print-icon
La bufala di Avril Lavigne

Si sarebbe suicidata nel 2003 e i produttori discografici avrebbero ingaggiato una sosia per continuare il suo lavoro: questa la teoria complottista che afferma che la Avril Lavigne che vediamo oggi non è la stessa Avril Lavigne di Complicated.

Le teorie complottiste hanno sempre il loro perché e recentemente ne è tornata in auge una che riguarda la cantante franco – canadese Avril Lavigne.

Avril Lavigne è morta nel 2003?

Se girate sui vari social network avrete notato che negli ultimi giorni Avril Lavigne è tornata a essere la protagonista di una stramba teoria complottista: secondo quanto detto da alcuni utenti sul web, la cantante di “Complicated” sarebbe morta suicida nel 2003 e in seguito rimpiazzata da una sosia, tale Melissa Vandella. Il decesso sarebbe avvenuto poco dopo l’uscita del suo primo album “Let Go” e, visto il successo enorme che Avril Lavigne stava ottenendo a livello mondiale, i suoi produttori discografici avrebbero deciso di ingaggiare una sosia per farle continuare il suo lavoro. Non è la prima volta che Avril Lavigne è al centro di una teoria complottista: già qualche anno fa si diceva che la cantante, stanca della notorietà, aveva lasciato il suo posto a un’altra ragazza – sempre tale Melissa Vandella – molto simile a lei e anche con la stessa voce. Questa storia, vecchia di anni, è stata tirata fuori con nuovi particolari da un utente su Twitter, ed è per questo che adesso ne stanno riparlando un po’ tutti quanti. Avril Lavigne non ha commentato questa teoria del complotto, preferendo informare i suoi fan che sta lavorando al suo nuovo album.

Un fenomeno chiamato Avril Lavigne

Avril Lavigne è una delle cantanti più famose che ci siano: vero e proprio fenomeno giovanile, è una delle star più ricche del mondo con 50 milioni di singoli e più di 40 milioni di album venduti in tutto il mondo. Il singolo che ha avuto più successo è “Girlfriend”: questa è la canzone che ha venduto più copie in assoluto e l’unica che è stata alla prima posizione nella Billboard Hot 100. Proprio “Girlfriend” è stata al centro di una controversia giudiziaria: il gruppo The Rubinoos (famoso negli anni settanta) ha denunciato Avril Lavigne accusandola di aver plagiato la loro “I Wanna Be Your Boyfriend”. Alla fine hanno risolto la questione in modo privato: i The Rubinoos hanno ritirato le accuse e i termini dell’accordo non sono mai stati resi noti.

La scomparsa dalle scene musicali

Nel 2014 Avril Lavigne si è presa un periodo di pausa dalle scene musicali perché aveva contratto la malattia di Lyme (la stessa di Bella Hadid), un male molto brutto causato dal morso di una zecca. Inizialmente si pensava che Avril Lavigne fosse stata mandata in rehab per l’abuso di droga e alcol, ma è stata la stessa cantante a rendere nota la sua malattia: “Mi sento in colpa in quanto non sono stata capace di dire ai miei fans il motivo per il quale ultimamente sono stata assente. Sono combattuta in quanto sono una persona molto riservata. Non sto bene, sto avendo alcuni problemi di salute. Quindi per favore, pregate per me”. Avril Lavigne è guarita completamente nel 2017 e ricorda ancora oggi con dolore la sua malattia: all’inizio i medici non capivano cosa avesse e lei era convinta sarebbe morta. Oggi sta bene e adesso sta lavorando a un nuovo album. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky