Caricamento in corso...
12 luglio 2017

Ali Hewson, chi è la moglie di Bono Vox

print-icon
Ali Hewson, la moglie di Bono

Chi è Ali Hewson, moglie di Bono Vox degli U2? Alison è molte cose: una compagna, prima di tutto, poi la madre di quattro splendidi figli e, non ultimo, un’attivista, che tenta di cambiare il mondo combattendo la povertà. 

La moglie di Bono Vox e non solo: ecco chi è Ali Hewson, la splendida compagna di vita del leader degli U2, praticamente da sempre. La loro è una storia d’amore da favola, anzi, è molto di più. Insieme, sono come due paladini della giustizia, che tentano di portare il bene e il giusto ordine nel mondo: per esempio combattendo strenuamente la povertà dando un’opportunità di riscatto ai Paesi del Terzo Mondo. Una vita piena, quella di Ali, come la chiama chi la conosce bene, ma costellata anche da tante rinunce e da momenti difficili. Ecco come li ha superati e come è diventata Ali Hewson.

Ali Hewson, la donna che si è presa cura di Bono Vox

Chi è Ali Hewson? “La moglie di Bono Vox”, potrebbe essere l’immediata risposta alla domanda, ma prima di essere, in effetti, la compagna di vita del leader degli U2 da oltre 40 anni, Ali è, prima di tutto, una donna con valori fortemente radicati e con sogni e progetti da realizzare. Ma partiamo dall’inizio: Alison Stewart, questo il suo nome prima di sposare Bono, è nata a Dublino il 23 marzo del 1961, nemmeno un anno dopo il cantante della band irlandese. Ali non nasce in una famiglia particolarmente ricca: suo padre fa l’elettricista, sua madre è disoccupata, ma è proprio questa situazione di difficoltà che le dà la forza di reagire e trovare un modo per aiutare le persone. Prima di tutto, nonostante i suoi genitori desiderassero per lei un futuro da segretaria, probabilmente visto come un posto sicuro e che le avrebbe dato stabilità nella vita, la futura signora Hewson sogna di diventare infermiera e fare la volontaria. Questo, forse, è l’unico tassello della sua vita che, almeno per ora, non ha realizzato appieno e il motivo lo scopriremo tra poco. A 12 anni, Ali Stewart frequenta la Mount Temple Comprehensive School di Dublino, insieme ai suoi coetanei irlandesi, ma un giorno, anzi, il Giorno che cambierà per sempre la sua vita, si avvicina a lei un ragazzo. Si chiama Paul e ha gli occhi più azzurri del cielo. Le chiede una cosa molto semplice: “Sai dov’è la mia classe?”. Non lasciatevi ingannare dal nome: quel ragazzo era Paul David Hewson, in arte Bono, ed era appena arrivato nella nuova scuola dopo essere stato espulso dalla St. Patrick, dove pare avesse tirato escrementi di cane contro una delle sue professoresse. Una piccola peste, dunque, e forse Ali lo sa anche se a se stessa continua a ripetersi “è proprio il tipo per me”. Poi, nel 1974, accade un fatto sconcertante: la madre di Bono muore improvvisamente e Ali si prende cura di lui visto che, a soli 13 anni, era già una piccola donna di casa. Bono si innamora di lei e nel 1976, poco più che adolescenti, si fidanzano. Non si sono mai lasciati. Nel 1982 si sposano e Ali diventa ufficialmente la moglie di Bono Vox, al quale ha donato quattro figli meravigliosi: Jordan, Memphis Eve, Elijah Bob Patricus Guggi Q e John Abraham. Per seguire il marito e la sua nascente famiglia, Ali ha rinunciato ai suoi sogni di diventare infermiera ma, in compenso, si è laureata in Sociologia e Scienze Politiche è diventata una grande attivista contro la povertà: la sua maison di moda, Edun, aiuta i paesi del Terzo Mondo grazie al commercio equi e solidale. L’obiettivo, rafforzato anche dalla campagna Diesel+Edun con capi d’abbigliamento in denim prodotti in Africa, è quello di dare la possibilità a questi paesi di emergere dalla povertà, con un loro sviluppo in loco: “non è una charity”, ha detto Ali, “Non ci interessa fare beneficenza. Vogliamo fare business con gli africani perché è questo che vogliono anche loro”.

La curiosità: quella volta che Bono si dimenticò il compleanno della moglie

Ci sono momenti difficili in un matrimonio, ma secondo Ali Hewson si possono sempre superare: “Poi si entra in una nuova fase in cui le cose vanno meglio di prima”. Pensiamo che sia proprio questo che abbia pensato l’attivista irlandese quando, per il suo 26° compleanno, il marito si dimentica di farle gli auguri. Beh, in questo caso Vox si è fatto perdonare, dedicandole una delle sue canzoni più belle, “Sweetest Thing”, nel cui video compare la stessa Ali. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky