Caricamento in corso...
17 luglio 2017

U2 e il concerto spettacolare a Roma: “Gli italiani sono speciali”

print-icon

Concerti spettacolari per gli U2, con le due tappe a Roma allo Stadio Olimpico: Bono e compagni hanno infiammato gli animi e regalato due eventi memorabili a un pubblico che, come hanno sottolineato, è davvero speciale.

Un successo incredibile a Roma: gli U2 si sono esibiti in quello che per molti fan è stato considerato “Il Concerto” per eccellenza. Lo Stadio Olimpico si è riempito di oltre 50mila fan in due tempi, il 15 e il 16 luglio, e il risultato è stato un compleanno incredibile per i trent’anni di “The Joshua Tree”, l’album che ha dato il titolo al tour 2017 della band irlandese.

Bono Vox e l’omaggio all’Italia prima e durante il concerto

Nel backstage del concerto di Roma, gli U2 hanno fatto qualche dichiarazione prima di salire sul palco e le parole verso il pubblico italiano sono commoventi per tutti i fan: “Che bello rivedervi” dice il leader, e completa l’opera Adam Clayton, il bassista della band, che elargisce un grandissimo complimento all’Italia. “Il concerto è molto simile a quello di Vancouver” ha spiegato il musicista “ma la vera differenza la fa il pubblico: gli italiani sono sempre stati speciali”. E gli omaggi al Belpaese e ai nostri protagonisti non finiscono qui: in uno degli encore di Bono Vox e compagni, “Ultraviolet”, gli U2 ricordano tutte le più grandi donne del passato e del presente, con una carrellata di immagini sul maxi schermo alle loro spalle. Tra le protagoniste, spuntano i volti di Rita Levi Montalcini, compianta premio Nobel per la medicina, e Giusi Nicolini. L’ex sindaco di Lampedusa, per Bono, è un simbolo: quello della grande accoglienza dell’Italia verso chi più ha bisogno di aiuto e che si rivolge, speranzoso, ai nostri confini: è così che l’attivista per i Diritti Umani e contro la povertà, virtù condivise anche dalla moglie di Bono, Ali Hewson, vuole ringraziare il nostro Paese sulla delicata tematica dei migranti. Infine, durante Miss Sarajevo, all’Olimpico risuona la voce di Luciano Pavarotti, nella registrazione originale del brano in duetto con Bono.

U2 concerto a Roma

Il concerto degli U2 step by step

L’inizio è d’effetto: tutti i fari sono puntati sugli U2, che fanno il loro ingresso su una pedana in mezzo alla folla sul prato dell’Olimpico. Il palco è ancora spento e l’atmosfera concentrata sull’introduzione al concerto vero e proprio, quello che ripercorrerà tutte le tappe, o meglio le tracce, di The Joshua Tree, l’album che ha dato il titolo al tour 2017 della band rock. Sono passati ormai trent’anni da quando il miglior disco dei Grammy 1988 ha fatto il suo ingresso nel panorama discografico: l’albero di Giosuè, simbolo delle zone desertiche della California dove sono state scattate le foto per la cover, sarebbe diventato l’immagine iconica degli U2. Oltre che in quella biblica, il disco sarebbe entrato nella storia della musica di tutti i tempi e i brani portarti in scaletta lo testimoniano. Dopo “Sunday Bloody Sunday”, “New Year’s Day”, “Bad” (sostituita con “A Sort of Homecoming” il 16 luglio) e “Pride” (In the Name of Love), il palco si illumina d’immenso. Bono si lancia nei primi brani del cd, allora pensato per il vinile, eseguendo in ordine “Where the Streets Have No Name”, “I Still Haven’t Found What I’m Looking For”, “With or Without You” – con una splendida coreografia di 40mila fan sugli spalti –, “Bullet the Blue Sky”, “Running to Stand Still” e “Red Hill Mining Town”. Qui arriva uno stop, le luci si spengono e, forse, gli U2 si prendono un attimo di riposo, ma Bono spiega il motivo: il lato A è finito, ora bisogna girare il vinile e ascoltare il lato B. Si prosegue con “In God’s Country”, “Trip Through Your Wires”, “One Three Hill”, “Exit” e “Mothers of the Disappeared”. Poi, spazio ai bis. Nella prima tappa, quella del 15 luglio, gli U2 hanno deciso di fare un regalo inatteso allo speciale pubblico italiano: una canzone tratta dal nuovo attesissimo album. Così, mentre la scaletta del 16 riporta gli encore canonici degli altri concerti, ovvero “Miss Sarajevo”, “Beautiful Day”, “Elevation”, “Vertigo”, “Mysterious Ways”, “Ultraviolet” (Light My Way) e “One”, nel concerto di sabato la band irlandese chiude con il nuovo singolo “The Little Things That Give You Away”.

Concerto degli U2 a Roma

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky