Caricamento in corso...
03 agosto 2017

Justin Bieber rompe il silenzio sulla cancellazione del tour

print-icon
Il cantante Justin Bieber

Ha mandato in frantumi il cuore di milioni di Beliebers cancellando il Purpose Tour, e adesso Justin Bieber ha rotto il silenzio spiegando, con parole molto toccanti, il vero motivo per cui non vuole fare più concerti.

Prima o poi doveva succedere che Justin Bieber desse una giustificazione valida al fatto che ha deciso di cancellare il Purpose Tour, e adesso è arrivata.

Le toccanti parole di Justin

È nella giornata di ieri che Justin Bieber ha deciso di rivolgersi finalmente ai suoi fan e di spiegare i veri motivi per cui ha deciso di cancellare il Purpose Tour. Molto si è detto su questo: si è vociferato di un crollo mentale, ma l’ipotesi più gettonata era quella che vedeva Justin aprire una sua chiesa personale dopo l’esperienza avuta con Hilltop. Quale sarà il vero motivo dell’annullamento del Purpose Tour? Eccolo spiegato da Justin stesso sul suo account Instagram: “Sono davvero grato di aver condiviso questo viaggio con voi. Sono riconoscente non solo per il tour, ma soprattutto perché ho condiviso questa vita con voi! Crescere e imparare non è mai stato facile ma sapere che non sono solo mi aiuta ad andare avanti. Ho lasciato che le mie insicurezze prendessero il sopravvento sulla parte migliore di me a volte, ho lasciato che le mie relazioni passate dettassero le mie modalità di comportamento con le persone e il modo in cui le trattavo! Ho lasciato che l’amarezza, la gelosia e la paura dominassero la mia vita! Sono davvero fortunato ad avere avuto persone che negli anni passati mi hanno aiutato a rimodellare il mio carattere e a ricordarmi chi sono e chi voglio essere. Ricordare le mie decisioni passate e le mie relazioni passate non determina le mie future decisioni e le mie future relazioni. Sono perfettamente consapevole del fatto che non sarò mai perfetto e continuerò a fare i miei errori ma ciò che farò è non lasciare che il passato influenzi il mio futuro… ciò che non farò è vergognarmi dei miei errori, voglio essere un uomo che cresce e impara grazie a loro”.

Rischio di un crollo mentale?

Una confessione a cuore aperto quella di Justin Bieber, dedicata ai suoi fan, ai quali si rivolge per fargli capire il travaglio interiore che ha accompagnato la decisione di cancellare il Purpose Tour. Justin è evidentemente nel periodo di maggiore maturità interiore accompagnato però forse, da una maggiore fragilità emotiva difficile per lui da gestire in questo momento. “Il fatto che mi sia preso questo momento significa che voglio essere sostenibile… voglio che la mia carriera sia sostenibile, ma voglio che anche la mia mente, il mio cuore e la mia anima siano sostenibili. Così posso essere l’uomo che voglio diventare, il marito che eventualmente sarò e il padre che voglio essere”. Justin va avanti spiegando che questo è un messaggio per dare ai suoi fan l’opportunità di conoscere il suo cuore: non si aspetta che tutti capiscano, ma questo aveva per la testa e questo ha deciso di condividere. Evidentemente il Purpose Tour per lui stava diventando un peso troppo gravoso da sostenere, e continuare a quei ritmi forse lo avrebbe fatto crollare psicologicamente – cosa che a 23 anni non è il massimo. Sono tante le star come Justin Bieber – a partire dalla sua ex, Selena Gomez – che per il troppo stress sono andate in rehab. Non volete la stessa cosa per lui, vero? 

Un post condiviso da Justin Bieber (@justinbieber) in data:

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky