Caricamento in corso...
06 settembre 2017

Festival di Sanremo: Claudio Baglioni è il direttore artistico

print-icon
Claudio Baglioni

Sciolti finalmente i dubbi sul direttore artistico del Festival di Sanremo 2018: sarà Claudio Baglioni a scegliere le canzoni che parteciperanno alla manifestazione. Ancora incerto se il cantautore sarà anche presentatore della kermesse.

L’edizione 2018 del Festival di Sanremo non è ancora iniziata e comincia già a far discutere. Intanto, è stato svelato il nome del prossimo direttore artistico: sarà Claudio Baglioni a scegliere la rosa di canzoni in gara sul palco dell’Ariston.

La prima volta di Claudio

L’organizzazione della 68esima edizione del Festival della Canzone Italiana sembra essere tra le più complicate degli ultimi anni. Innanzitutto, il ritardo con cui si è arrivati alla scelta del direttore artistico, in seguito all’annunciata rinuncia di Carlo Conti. La scelta di Claudio Baglioni è sicuramente molto azzeccata: il cantautore romano, che l’anno prossimo festeggerà 50 anni di carriera, è uno dei principali esponenti della musica italiana e ha dimostrato più volte di essere anche un uomo di spettacolo. Baglioni si troverà, però, a dover affrontare il compito non facile di contattare le case discografiche e scegliere le canzoni che saranno in gara a febbraio 2018. Claudio Baglioni non ha mai partecipato al Festival di Sanremo ma è salito sul palco dell’Ariston già due volte: nel 1985, il cantautore ha ritirato un premio per “Questo piccolo grande amore” come canzone d’amore del secolo; nel 2014, invece, è stato superospite del Festival condotto da Fabio Fazio. Proprio con Fabio Fazio, Baglioni ha avuto una prima esperienza di conduzione di uno show, “Anima mia” del 1997. Sicuramente, l’autore di “Questo piccolo grande amore”, “E tu”, “Sabato pomeriggio” porterà il proprio carisma e la propria esperienza sul palco al servizio della manifestazione. Pare certa una serata dedicata proprio al cantautore e alla sua carriera, in cui Baglioni si esibirà nei suoi successi.

Una conduzione collettiva?

Gli interrogativi sull’edizione di Sanremo 2018 sono ancora tanti e, sul fronte della conduzione, ci sono ancora tanti nodi da sciogliere. Dopo le defezioni delle coppie Mika/Virginia Raffaele e Laura Pausini/Paola Cortellesi, si è deciso di affidare la conduzione e la direzione artistica a Claudio Baglioni. Il cantautore romano potrebbe non essere il conduttore unico o, quantomeno, potrebbe essere affiancato, a rotazione, da altri nomi. Tra i nomi in circolazione per il ruolo di co-conduttore del Festival, sta circolando quello di Lodovica Comello, l’ex Disney Girl, già in gara lo scorso anno, che può contare su un pubblico di giovanissimi “follower”. E poi ci sono nomi più classici: Amadeus, Antonella Clerici, Fabrizio Frizzi, Milly Carlucci. Tra i papabili, anche Massimo Ranieri, cantante, attore e presentatore amato dalle vecchie generazioni. Lo schema dovrebbe essere questo: un presentatore diverso ogni sera, da affiancare a Baglioni, e una serata finale “corale”. Le precedenti edizioni dirette e condotte da Carlo Conti sono state un successo di critica e di ascolti e il rischio che non si riesca a fare gli stessi numeri è alto. Proprio per questo, molti dei personaggi più accreditati per la conduzione hanno preferito non accettare la proposta. Lo stesso Carlo Conti era stato interpellato per la carica di direttore artistico ma il presentatore è rimasto fermo sulla sua posizione. Non ci resta che attendere gli sviluppi e le scelte del nuovo direttore artistico.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky