Caricamento in corso...
11 settembre 2017

Giuni Russo: "Armstrong" è l'album postumo

print-icon
Copertina "Armstrong", album postumo di Giuni Russo

È uscito lo scorso 8 settembre “Armstrong”, album postumo di Giuni Russo, la cantante dalla voce d’usignolo scomparsa tredici anni fa. Il disco anticipa il film sulla vita della compianta cantautrice siciliana. Nel brano Non Voglio andare via la protagonista del video è Maria Grazia Cucinotta: Guarda il VIDEO

Armstrong”, disco postumo di inediti di Giuni Russo, la cantautrice scomparsa nel 2004, è uscito venerdì 8 settembre. L’album è disponibile in versione doppio cd, vinile da collezione e digital download.

Otto brani mai incisi prima su disco

L’album “Armstrong” contiene otto brani risalenti al 1980 e mai incisi su disco. I pezzi sono stati composti dalla stessa Giuni Russo – all’anagrafe Giuseppa Romeo – e da Maria Antonietta Sisini, sua compagna per oltre quarant’anni, nella vita e nel lavoro. Dal giorno della morte della cantautrice, è la Sisini a gestire e promuovere il patrimonio musicale di Giuni Russo, attraverso l’associazione GiuniRussoArte. Maria Antonietta Sisini racconta, in una lunga intervista al Corriere della Sera, i motivi per cui ha scelto solo ora di rendere pubbliche queste canzoni, che erano state registrate come provini: “Alcuni anni fa sono venuta a sapere che giravano nei mercati illegali, così ho pensato di recuperarli e di farli rivivere, per strapparli a quel sottobosco”. Le otto canzoni sono permeate di vita vissuta, con la frustrazione e la rabbia che Giuni Russo provava nei confronti del mercato discografico, che non l’apprezzava mai fino in fondo e che non accettava la libertà artistica della cantautrice palermitana. I nastri originali sono stati riarrangiati da Stefano Medioli, storico musicista di Giuni, e da Pino “Pinaxa” Pischetola.

Dopo il video, il film

“Armstrong” è stato anticipato, a luglio, dal video del brano “Non voglio andare via”, diretto da Carlo Fenizi e interpretato da Maria Grazia Cucinotta. La scelta dell’attrice è stata dettata da una simpatia reciproca – seppur a distanza –tra le due siciliane. Maria Antonietta Sesini racconta che Giuni Russo era un’ammiratrice della Cucinotta, di cui diceva: “Questa è un'altra siciliana che si è fatta da sola, senza l'aiuto di nessuno, mi piace”. E l’attrice, dal canto suo, ha raccolto con onore l’invito a prendere parte al video, ritenendo le canzoni di Giuni Russo delle vere e proprie opere d’arte. Dopo il video, sarà la volta del film sulla vita della cantante di “Alghero” e “Un’estate al mare”. Non sono ancora stati divulgati i nomi dei protagonisti né ulteriori dettagli, sappiamo solo che la pellicola sarà diretta sempre da Carlo Fenizi, un regista molto vicino all’arte di Giuni Russo. “Armstrong” non è il primo disco postumo uscito quest’anno: è della settimana scorsa la notizia dell’uscita del nuovo album di Michael Jackson, il prossimo 29 settembre, mentre ad ottobre sarà la volta di George Michael, con la ristampa dell’album “Listen without prejudice”, anticipato dal singolo “Fantasy”.

GUARDA IL VIDEO DI NON VOGLIO ANDARE VIA

Le curiosità sull’album

“Armstrong” prende il titolo dall’omonimo brano che Giuni compose in onore del jazzista Louis Armstrong. La cantante e il trombettista americano si erano conosciuti al Festival di Sanremo del 1968, dove una giovanissima Giuni Russo partecipava come vincitrice di Castrocaro. Armstrong regalò alla sedicenne Giusi il bocchino della sua tromba, che la cantante conservò gelosamente per tutta la sua vita. La copertina, invece, è stata realizzata da un dipinto di un’amica di Giuni, che si firma con lo pseudonimo Nel Terzo Piano.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky