Caricamento in corso...
15 settembre 2017

R.E.M.: a novembre 4 cd per i 25 anni di "Automatic for the people"

print-icon
Michael Stipe R.E.M.

L’album capolavoro del R.E.M., “Automatic for the people” verrà ristampato il 10 novembre, a 25 anni di distanza dall’uscita. L’edizione deluxe comprenderà 4 cd e un libro con foto inedite della band statunitense.

Il 10 novembre uscirà, in un’edizione deluxe, la ristampa dell’album capolavoro dei R.E.M., “Automatic for the people”, pubblicato il 5 ottobre del 1992.

Un cofanetto da collezione per i fan

Il cofanetto anniversario è una vera delizia per tutti i fan della band capitanata da Michael Stipe. L’edizione deluxe conterrà 4 cd, di cui uno è l’album originale di 25 anni fa, con alcune delle più belle e intime canzoni del gruppo, da “Everybody hurts” a “Man on the moon”. Il secondo cd è un live dell’unico concerto che i R.E.M. hanno tenuto tra il 1992 e il 1993, come raccolta fondi per Greenpeace. Il concerto si svolse il 19 novembre 1992 ad Athens ed è stato già pubblicato a pezzi sui lati B dei singoli di “Monster”, nella versione compresa nel cofanetto deluxe è stata aggiunta la cover di “Love is all around” dei Troggs, questa sì inedita. Il terzo cd è la vera chicca per i fan: comprende 20 demo del disco mai pubblicati prima. I brani hanno dei titoli provvisori e sono delle versioni alternative dei pezzi pubblicati sul cd. Inoltre, ci sono anche dei pezzi inediti, tra cui “Mike’s pop song”. Il quarto cd è un Blue-Ray e comprende i videoclip dell’epoca, il press kit e un nuovo mix surround del disco, tra cui il duetto con Natalie Merchant dei 10,000 Maniacs su “Photograph”. Del cofanetto è prevista anche un’edizione con soli due cd (l’originale e il live) e la ristampa in vinile.

L’album capolavoro della band

Automatic for the people” è considerato l’album capolavoro della band di Michael Stipe, uscito a soli 19 mesi di distanza da “Out of time”, che aveva avuto un successo multimilionario. Dopo l’uscita del disco, i R.E.M. si misero subito a registrare i nuovi pezzi, limitandosi a qualche ospitata promozionale in radio o in TV. Il titolo “Automatic for the people” fu ispirato dallo slogan di un ristorante di Athens ma il tono dell’intero album è decisamente poco giocoso. A partire dai temi delle canzoni: il dolore, la morte, la memoria, il disco è pervaso da atmosfere cupe e quasi funeree. Un cambio di rotta per la band, che con il disco precedente aveva fatto ballare e divertire i fan, con pezzi come “Shiny happy people” o la famosissima “Losing my religion”, diventata la canzone simbolo dei R.E.M. In questo album c’è, invece, “Everybody hurts”, che affronta il tema del suicidio, invitando a non mollare di fronte alla difficoltà della vita. Il brano è ricco di pathos e di dolore, rafforzato dalla voce di Stipe, che risuona come un lamento funebre. Eppure, la canzone è una delle più intense e apprezzate del gruppo statunitense. “Automatic for the people” vendette 17 milioni di copie e venne seguito, nel 1994, da “Monster”, con atmosfere più rock. Nell’album c’è anche un brano dedicato a Kurt Cobain, “Let me in”, mentre l’intero disco è dedicato all’attore River Phoenix, grande amico di Michael Stipe morto per overdose. I R.E.M. si sono sciolti, di comune accordo, il 21 settembre 2011, con un annuncio ufficiale sul proprio sito web.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky