25 settembre 2017

Mick Jagger visita il David di Michelangelo prima del concerto

print-icon
Mick Jagger

Sabato sera i Rolling Stones si sono esibiti a Lucca per l’unica data italiana del “No filter tour” ma Mick Jagger ha rubato un’ora alle prove di venerdì per visitare la Galleria dell’Accademia di Firenze, dove ha ammirato il David di Michelangelo.

Tra le tante polemiche sull’organizzazione del concerto e fan entusiasti, sabato sera a Lucca c’è stata l’attesissima unica data del “No filter tour” dei Rolling Stones. La band è atterrata all’aeroporto di Pisa lo scorso 21 settembre e il giorno dopo Mick Jagger si è concesso una visita alla Galleria dell’Accademia di Firenze, dove ha avuto modo di ammirare, tra le numerose opere presenti, anche il David di Michelangelo.

La visita segreta con la direttrice del museo

Il frontman dei Rolling Stones si è trattenuto circa un’ora nel museo, dove si è presentato, dopo la chiusura, in jeans e camicia scuri e scarpe da ginnastica. Jagger è stato guidato nella visita – segretissima – dalla direttrice della Galleria Cecile Hollberg, che ha poi dichiarato che il cantante ha apprezzato molto, oltre al David, anche i Prigioni, sempre di Michelangelo, l’affresco di Giotto, il cassone Adimari dello Scheggia e la gipsoteca del Bartolini. Mick Jagger era già stato in visita al museo ma ha approfittato della permanenza in Toscana per godere nuovamente delle opere custodite in Galleria, che si è divertito anche a fotografare con lo smartphone. Il cantante è rimasto affascinato dalla ricchissima collezione di strumenti musicali antichi, raccolti dai Medici e dai Lorena. Nella collezione, vi sono anche molti strumenti dal valore inestimabile, tra cui alcuni Stradivari in perfetto stato di conservazione. La direttrice del museo racconta che Jagger è rimasto incantato da quello che vedeva, da buon musicista: “Voleva capire bene il funzionamento di ogni strumento e mi ha detto di essere convinto che questa raccolta fosse una manna dal cielo per le future ricerche su questo tipo di opere dell’ingegno umano”. La Hollberg ha trovato il cantante simpaticissimo e molto intelligente. Mick Jagger non si è comportato come una rockstar ma, anzi, ha osservato attentamente le meraviglie custodite nella Galleria, senza quasi aprire bocca, scusandosi persino, nella fase dei saluti, per non aver parlato troppo.

Nel frattempo Keith Richards…

Mentre Jagger si deliziava con la visione delle inestimabili opere d’arte nel museo e si faceva fotografare accanto al David di Michelangelo, Keith Richards è rimasto chiuso in albergo tutto il giorno, uscendo solo verso sera sul balcone della sua camera, per salutare i fan. La figlia Theodora, invece, è stata molto tempo sul balcone della camera dell’hotel con vista sull’Arno, per scattare foto, mangiare spaghetti e salutare i fan. Subito dopo il concerto, invece, i Rolling Stones sono tornati in albergo a Firenze e domenica sono stati portati a Bolgheri, nella tenuta Sassicaia del marchese Incisa della Rocchetta, che ha regalato ai componenti della band delle bottiglie di vino con etichetta personalizzata. Attualmente, gli Stones sono ancora in Toscana e domani mattina partiranno alla volta di Barcellona, dove mercoledì sera è previsto un loro concerto. Pur essendo già stati più volte in Italia e in Toscana, Mick Jagger e compagni hanno dichiarato di essere rimasti piacevolmente colpiti anche dalla città di Lucca, sebbena vista appena e hanno promesso di tornare presto per visitarla, questa volta da turisti.

Me and David, in Florence.

Un post condiviso da Mick Jagger (@mickjagger) in data:

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky