29 settembre 2017

Justin Bieber: 7mila $ di biglietti falsi venduti per i concerti

print-icon
Justin Bieber in concerto

Sono ben 7mila i dollari che una truffatrice si è messa in tasca lucrando sulla passione dei fan di Justin Bieber. Adesso la donna è in carcere, ma molti biglietti falsi non saranno rimborsati a chi ha subito il danno.

Di truffatori è pieno il mondo, e stavolta ne hanno fatto le spese diversi cantanti, tra cui il popolare Justin Bieber.

Una truffa molto sofisticata

L’annosa questione dei biglietti venduti prima dei concerti è qualcosa cui spesso bisogna stare molto attenti. C’è chi cerca di lucrare sopra la passione dei fan, e compra i ticket al prezzo di costo facendoli terminare, rivendendoli poi a cifre esorbitanti, e chi, come in questo caso, li falsifica, guadagnandoci sopra migliaia di dollari. E ciò che ha fatto un’avvocata corrotta di 25 anni, Zainab Pervaiz, ideatrice di un sofisticato sistema di frode: falsificava i biglietti dei concerti di artisti internazionali come Justin Bieber, Adele e Beyoncé. Nel caso del cantante canadese, l’avvocata ha intascato circa 7mila dollari per via di questa truffa, ripetuta ben sedici volte – almeno così ha ammesso davanti alla Corte, che l’ha condannata e spedita in carcere. Nessun commento è arrivato da Justin Bieber né dagli altri artisti che sono stati coinvolti – in maniera involontaria s’intende – dalla faccenda.

Il Purpose Tour

I concerti di Justin Bieber sono sempre andati sold out: il Purpose Tour ha coinvolto milioni di fan del cantante canadese in tutto il mondo, e la sua interruzione – dovuta alla salute psicofisica della popstar, che stava vacillando – ha fatto letteralmente disperare i Beliebers che avevano in mano già l’attesissimo biglietto per vedere il loro idolo. Una decisione, quella del cantante, che ha dovuto fare i conti con numerose critiche, soprattutto da parte delle altre star del mondo dello spettacolo. In tanti si sono schierati contro Justin, accusandolo di immaturità e mancanza di rispetto nei confronti del suo pubblico. “Justin Bieber avrebbe dovuto andare fino in fondo – ha detto Louis Tomlinson - Ovviamente devi stare mentalmente bene, ma credo anche che a un certo livello, soprattutto quando hai firmato qualcosa, dovresti andare fino in fondo. Quello che faccio o che posso dire per i fan, non è mai abbastanza. A essere onesti credo che a volte le persone se lo dimentichino. Io lo capisco, l’intera partita è eccitante e pazzesca, ma alla fine del giorno sono le persone che comprano i tuoi album che ti hanno messo dove sei”. Una critica abbastanza dura, quella dell’ex One Direction, che accusa Justin Bieber di sottovalutare il ruolo dei fan per la posizione che ricopre oggi.

La nuova vita di Justin

Justin Bieber non ha voluto replicare a nessuna di queste accuse, e ha continuato a vivere la sua vita cercando di rimettere insieme i pezzi. Il cantante si è gettato anima e corpo nella chiesa guidata dal pastore Carl Lentz, che dice averlo aiutato molto nel riprendere in mano la sua esistenza e capire ciò che non andava nella sua vita. In effetti Justin Bieber è cambiato in modo impressionante rispetto a qualche anno fa e, anche se le sue intemperanze tendono a venire allo scoperto ogni tanto, è innegabile che stia facendo dei grossi sforzi per essere una persona migliore. “Ho lasciato che l’amarezza, la gelosia e la paura dominassero la mia vita! Sono davvero fortunato ad avere avuto persone che negli anni passati mi hanno aiutato a rimodellare il mio carattere e a ricordarmi chi sono e chi voglio essere. Ricordare le mie decisioni passate e le mie relazioni passate non determina le mie future decisioni e le mie future relazioni. Sono perfettamente consapevole del fatto che non sarò mai perfetto e continuerò a fare i miei errori ma ciò che farò è non lasciare che il passato influenzi il mio futuro… ciò che non farò è vergognarmi dei miei errori, voglio essere un uomo che cresce e impara grazie a loro”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky