02 ottobre 2017

Francesco Gabbani, tra granite, granate, pachidermi e pappagalli è il Numero 1

print-icon
fra

Francesco Gabbani premiato a Verona

Il vincitore dell'ultimo Festival di Sanremo continua a raccogliere premi: nella serata RTL 102.5 Power Hits Estate 2017Francesco Gabbani è stato premiato per il tormentone dell’estate 2017 Tra le granite e le granate. Ha vinto inoltre il premio RTL102.5 Power Hits – SIAE con Occidentali’s Karma, il brano italiano più suonato in tutti gli eventi musicali in Italia dal 26 giugno al 15 settembre 2017. All'Arena di Verona lo abbiamo intervistato

di Fabrizio Basso

(@BassoFabrizio
Inviato a Verona)


E' bello quando di un artista riesci a seguire il percorso, essere attento osservatore della sua evoluzione. Francesco Gabbani in meno di due anni ha fatto più progressi di molti altri suoi colleghi in una vita. Tra quelli che hanno vinto Sanremo negli ultimi dieci anni è colui che, per doti naturali, bravura, carisma e simpatia, ha maggiormente stupito. Non è una meteora, insomma, è un pianeta con parecchi satelliti. All'Arena di Verona, in occasione della Power Hits Estate 2017 di RTL 102.5 ha messo in bacheca altri due premi. Il suo album Magellano (ennesima cover di somma originalità firmata di ShipMate Milano) è tra i più belli del 2017, il brano Occidentali's Kharma ha fatto più volte il giro del mondo, abbiamo cantato tutta l'estate Tra le granite e le granate e ora sorridiamo con Pachidermi e Pappagalli. Tutti brani, sia chiaro, che dietro le rime facili e i toni briosi, nascondono una profondità rara. I brani di Gabbani vanno ascoltati con attenzione, sono manifesti sociali. A Verona lo abbiamo incontrato e intervistato nel suo camerino.

Gabbani ma la sua vita quanto è mutata negli ultimi mesi?
Un cambiamento radicale che ha inciso nella praticità della mia vita: da quando ho incontrato il successo la vita è cambiata in quel senso.
Quindi è mutata esteriormente?
Quella parte della mia vita è cambiata. In una analisi personale la percezione di me stesso è cambiata nel mio rapporto con gli altri, io sono sempre il solito. Può capitare che qualche estraneo mi conosca benissimo.
Anche all'estero la sua posizione è forte.
Ho avuto varie volte la percezione di giocare in trasferta. Nel tour in molte date c'erano presenze soprattutto da Belgio e Inghilterra.
Come se ne è accorto?
Sono nate tante fan page all'estero. Sono pragmatico. Sono consapevole che se non c’è una vera divulgazione all’estero, andarci conta fino a un certo punto.
Pensa di trasferirsi oltre confine per un periodo?
Con la mia etichetta c'è molta complicità. Io credo che un anno all'estero non mi darebbe bagaglio culturale per esprimermi come vorrei. Però...
Però?
Ci sarebbe la serenità di non essere riconosciuto, almeno per un piccolo periodo ritrovare la normalità.
Il nuovo singolo è Pachidermi e Pappagalli: un altro messaggio forte travestito da favola.
Un retro-pensiero c’è sempre e poi voglio continuare sulla scia che contraddistingue la mia cifra stilistica. Questo brano ha una freschezza melodica spensierata. Ma vanno colte le riflessioni sul nostro modo di vivere.
I premi di RTL?
Il senso del premio è il riconoscimento palpabile ai...riconoscimenti della stagione. Vanno a consolidare l'indice di gradimento.
I prossimi impegni?
Ho l'agenda piena almeno fino a fine anno.
Si sente pronto per fare il giudice in un talent?
Chissà in futuro che accadrà ma ora sono concentrato sull'esprimermi musicalmente. Devo trovare l'equilibrio della mia carriera prima di trovare l'equilibrio di quelle altrui!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky