11 ottobre 2017

Johnny Depp: è lui il protagonista del nuovo video di Marilyn Manson

print-icon
Johnny Depp: è lui il protagonista del nuovo video di Marilyn Manson

Nel video del nuovo singolo “Say10”, le sorprese cominciano sin dal primo istante. Johnny Depp e Marilyn Manson giocano a interpretare, rispettivamente, Dio e il Diavolo in una irriverente scena che è già pronta a sollevare un polverone. Del resto, i due amici e BFF sapevano perfettamente che questa era l’occasione perfetta per sollevare un po’ di scandalo. E non hanno esitato a coglierla!

Nel nuovo video del singolo di Marilyn Manson “Say10”, Johnny Depp gioca a fare Dio e il signore delle Tenebre si diletta in un ruolo a lui spesso associato, soprattutto da quando i benpensanti italiani lo hanno accolto con acqua santa e rosari in fase di concerto. Chi è il buono e chi il cattivo? Sembra una domanda scontata, eppure… Di scontato non c’è proprio niente.

Marilyn Manson: satanasso infernale con Johnny Depp

Dopo aver visto questo video assolutamente classificabile come “NSFW” (Not safe for work, non adatto ad essere visto su computer controllati, come sono solitamente quelli del lavoro) vi verrà qualche dubbio su chi, tra Johnny Depp e Marilyn Manson, ha interpretato la parte del buono. O se del buono c’è. Nel nuovo singolo “Say10”, uno di loro siede su un trono bianco con braccioli scolpiti a testa di leone; il suo viso e i suoi abiti, e anche i capelli, dipinti di un bianco spettrale, mentre il fumo di una sigaretta lo avvolge in ricche volute. Dall’altra parte del tappeto d’arabeschi c’è un trono nero e pauroso, e con le gambe protese in avanti siede Marylin Manson, in un abito ricoperto di piume nere e la faccia dipinta. Ognuno di loro è, puntualmente, circondato da donne pressoché nude che strisciano e recitano in maniera un po’ inquietante.

Marilyn Manson e Johnny Deep: amici da sempre

Insomma: niente di nuovo dal fronte Marilyn Manson e, con un po’ di fantasia, è quasi così che riusciamo a immaginare una loro tipica serata tra amici. Il rocker ha trascinato con sé uno dei suoi BFF in un’interpretazione fuori da tutti gli schemi, fatta per sconvolgere e offendere, e punta all’effetto shock. Con la controfirma del regista Bill Yukich, Manson parla così e preparatevi a rimanere sconvolti: «Dopo che tutti i palloncini sono stati bucati e sono affondati nelle pozze di vomito dell’idealismo, non cercatemi perché io vi dia la mia compassione. Sono qui per essere tutto ciò che sono stato accusato di non essere. Per essere incolpato per ciò che mi avete fatto diventare. Gli spari che sentirete provengono dalla mia bocca travestita da pistola. Non chiamatela arte. Questo è un fallo eretto in una stanza piena di vampiri e musica. Questa musica è il mio sangue sulle vostre facce». Giusto per non gettare benzina sul fuoco. Un’altra giornata di ordinaria follia per i due amici con un tatuaggio in comune, l’unico tatuaggio che si possa concepire sia disegnato sulla pelle di entrambi e che non potrebbe essere più azzeccato: il volto del poeta maledetto, Charles Baudelaire. Il video contiene scene forti a sfondo violento e sessuale, e non è consigliato ai deboli di cuore. Come tutto ciò che proviene da Marilyn Manson, del resto.

Cain and Abel

Un post condiviso da Marilyn Manson (@marilynmanson) in data:

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky