Caricamento in corso...
11 ottobre 2017

Pino Daniele: "Musicanti" è lo spettacolo teatrale in arrivo nel 2018

print-icon
Pino Daniele

Non si fermano gli omaggi alla musica del grande bluesman napoletano: a partire dall’autunno del 2018 andrà in scena “Musicanti”, uno spettacolo teatrale incentrato sulla vita e sulle canzoni di Pino Daniele. La regia è affidata a Massimiliano Bruno.

A partire dall’autunno 2018 sarà messo in scena uno spettacolo teatrale dedicato alla vita e alla musica di Pino Daniele. “Musicanti” sarà un musical diretto da Massimiliano Bruno con la direzione artistica di Fabio Massimo Colasanti, collaboratore del cantante napoletano, il soggetto e la sceneggiatura originali saranno a cura di Alessandra Della Guardia e Urbano Lione.

La trama del musical

“Musicanti” è uno spettacolo che cerca di mettere insieme, nella stessa storia, i pezzi più belli e significativi del repertorio di Pino Daniele, soprattutto quelli dei primi tre album. La storia ha come protagonista Antonio, un uomo che torna a Napoli dopo 25 anni. In seguito alla scomparsa della madre, da bambino, si era allontanato dalla città, che oggi odia. Antonio torna a Napoli perché suo padre gli ha lasciato in eredità un locale, chiamato “Uè man”, e da qui si dipana tutta la vicenda. Tra gli altri protagonisti ci sono Dummi’, un artista di strada mulatto – forse James Senese, Tatà, il padrone del locale, Anna, una cantante-cameriera e Mario, detto Teresina. L’obiettivo del musical è quello di rendere omaggio al grande cantautore partenopeo attraverso questi personaggi, cercando di continuare la battaglia intrapresa da Daniele: quella di far cadere lo stereotipo del napoletano che “tira a campare”.

Già iniziate le audizioni

Le audizioni per partecipare al musical sono già iniziate e proseguiranno fino a tutto novembre e presto saranno rese note anche le date e le tappe del tour teatrale. Fabio Massimo Colasanti, che ha cominciato la sua collaborazione con Pino Daniele nel lontano 1996, ha rilevato lo studio romano dell’artista dopo la sua scomparsa e ha cominciato a lavorare al progetto del musical. Per i ruoli degli attori, Colasanti ha dichiarato in un’intervista a Il Mattino che «saranno affidati a attori che sappiano cantare, non cerchiamo vocioni, ma artisti capaci di portare in scena, recitando e cantando le storie di Daniele e della sua città». A dare unicità e, soprattutto, veridicità all’operà, contribuiranno gli arrangiamenti originali dei pezzi e la partecipazione della storica band di Pino Daniele: «Ho voluto in scena James Senese con il suo sax, dovrebbe esserci Tony Esposito con i suoi tamburi, sognavo anche De Piscopo, ma non ce la fa a impegnarsi con una lunga tournée teatrale, per lui porte aperte ogni sera per la scena della jam session nel locale: arriva quando vuole, una seconda batteria a disposizione per Tullio ci sarà sempre».

Il bluesman partenopeo

Pino Daniele ha saputo fondere, con la sua musica, il rock, il blues, il jazz, il soul e la musica napoletana, creando un “sound partenopeo” unico nel suo genere. Nelle sue canzoni ha saputo raccontare il grido di una generazione che cercava di cambiare pacificamente il mondo. Pino Daniele si è spento il 5 gennaio del 2015 stroncato da un infarto, a soli cinquantanove anni, lasciandoci in eredità un patrimonio musicale tra i più importanti della musica italiana. Diceva delle sue canzoni: «Scrivo canzoni perché non riesco altrimenti a dire quello che sento. Cerco di non scrivere testi, ma poesie d’amore».

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky