Caricamento in corso...
10 novembre 2017

Tra Dediche e Manie, Biagio Antonacci ci racconta la modernità: L'INTERVISTA

print-icon

E' ora di Dediche e Manie, il nuovo album di Biagio Antonacci (etichetta Iris distribuito da Sony Music). A più di tre anni dall’album multiplatino L'Amore Comporta, Biagio Antonacci torna con tredici brani inediti, dei quali lo stesso cantautore ha seguito la produzione artistica e gli arrangiamenti, in collaborazione con Fabrizio Ferraguzzo, Davide Tagliapietra, Placido Salomone e Stefano De Maio. Lo abbiamo VIDEO-INTERVISTATO

di Fabrizio Basso

(@BassoFabrizio)

Eccolo che ritorna, Biagio Antonacci. Lo avevamo lasciato oltre tre anni fa anche se, in realtà, chi Biagio un po' lo conosce, sa che c'è sempre. Per una chiacchiera sull'ultimo ristorante provato, per una riflessione su Bologna, per parole sparse. Siamo così scivolati da L'Amore Comporta a Dediche e Manie. C'è già il tour che è pronto (e lui scalpita) ma soprattutto c'è nuova musica da ascoltare. Tredici canzoni che ci portano nell'anima ecumenica di Antonacci: pochi artisti riescono a rendere il proprio pensiero così condivisibile. Qui ci sono le preghiere e la fede, l'amore e i baci, una lettera e la speranza. Ascoltarlo è come sfogliare un album di fotografie, che va dal color seppie al 3D. Ci sono i suoni degli anni Ottanta e quelli del futuro. Ci affidiamo alle sue parole per entrare in quel mondo che, per chi scrive, ha un momento esatto di accesso, un momento in cui passi dall'approccio professionale a quello affettuoso per un artista che da sempre tutto: il tour che si apriva con Mio Padre è un Re e Biagio si presentava sul palco con corona e mantello. Erano i tempi di Convivendo, altro progetto illuminato. Oggi, 13 anni dopo quei concerti, ci ritroviamo ancora tra Dediche e Manie.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky