Caricamento in corso...
10 novembre 2017

X Factor 2017: i Maneskin sono i Killers che scuotono il terzo live

print-icon

Che cosa si può dire del fenomeno Maneskin, questi quattro ragazzi romani (anzi coatti come dicono loro) che "spaccano" ogni volta. Per il terzo Live di X Factor 2017 sono loro i veri Killers sul palco: ecco com’è stata la loro incredibile esibizione.

Al terzo live di X Factor 2017 i Maneskin hanno di nuovo scosso il palco del talent: sono loro i veri Killers, con un’esibizione da far tremare le mura del teatro. Damiano, Victoria, Thomas e Ethan si rivelano, anche questa volta, tra i concorrenti più forti di questa edizione.

Maneskin: ecco i “Killers” in azione sul palco

Che l'esibizione fosse stata incredibile si è capito dal primo commento di Fedez, quando, dopo l’esibizione dei Maneskin al terzo Live di X Factor 2017, Alessandro Cattelan gli ha chiesto cosa ne pensava. Il rapper, un po’ a malincuore dobbiamo dirlo, ammette che, fino a quel momento del programma (e ve lo spoileriamo, anche fino all’ultima esibizione) la band dei Gruppi di Manuel Agnelli è stata l’unica a reggere il confronto con gli autori del brano portato on stage. Nel caso dei Maneskin, si tratta di “Somebody Told Me” e sul palco sembra di vedere proprio i “Killers”: che energia, che esuberanza e voglia di scuotere tutto e tutti. Cosa si può dire dei Maneskin? Praticamente nulla, proprio quello che succede al banco dei giudici, che non possono fare altro che dare credito alle scelte e alle assegnazioni brani di Manuel. Riviviamo insieme le emozioni del terzo Live dei quattro ragazzi romani (anzi coatti, come preferiscono essere chiamati loro)? Prima di tutto, il sipario si apre su Damiano in piedi sulla batteria di Ethan: le note della canzone iniziano e lui, dopo un salto altissimo e uno dei suoi urli che caricano la band, atterra on stage e inizia cantare. L’esecuzione è come sempre incalzante e dal ritmo coinvolgente, come si percepisce anche in platea, visto che molti partecipanti iniziano a ballare e a cantare sul posto. Le dinamiche della band rivelano un’intesa sempre vincente: Victoria, la 17enne bassista, con un look super sensuale fatto di shorts cortissimi, calze a rete, pelliccia e una criniera leonina, si avvicina a Thomas, il chitarrista, e se la suonano e se la cantano uno di fronte all’altro, mentre Damiano è andato a incalzare il pubblico dall’altra parte del palco. Poi, tocca al leader danzare davanti alla ragazza: sono magnetici, tanto che, durante il Daily, in molti pensano che tra i due ci sia del tenero. Il pubblico vorrebbe che questa esibizione non finisse mai, ma le note si avvicinano alla fine e, prima del gran finale, Damiano si toglie la giacca e rimane in un minimal gilet che gli lascia scoperta completamente la schiena. È con questo sexy look che termina di cantare a terra, avvicinandosi con mossa felina alla telecamera e concludendo in ginocchio sul palco, come una vera star.

I Maneskin, ragazzi carismatici e dalla simpatia super

In uno dei videodiari dei Maneskin scopriamo quanto siano divertenti questi quattro ragazzi romani, o meglio coatti appunto, come sottolinea Victoria. Tra l’altro, la ragazza fa un appello: non le arrivano mai dei regalini durante il Live, al contrario di Licitra, per esempio, che fa incetta di cartelloni. A parte questa piccola delusione, per cui anche i compagni la prendono scherzosamente in giro, i ragazzi appaiono sempre carichi e al top e dimostrano di essere addirittura degli ottimi comici. La 17enne danese si improvvisa nella parlata di Levante, a quanto pare un trend nel Loft, mentre Damiano impersona un perfetto Samuel Storm, che ordina la sua pizza preferita: “Capricciosa, niente carciofi, doppio prosciutto!”.

gif

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky