04 dicembre 2017

Vasco Rossi: ecco il nuovo videoclip di "Colpa d'Alfredo"

print-icon
Vasco Rossi: ecco il nuovo videoclip di "Colpa d'Alfredo"

Come sempre, Vasco Rossi ha voglia di stupire i suoi fan e questa volta lo fa regalando loro un ricordo meraviglioso, quello di Modena Park sulle note della canzone d’apertura, “Colpa d’Alfredo”: ecco il nuovo videoclip in anteprima.

Dopo l’anteprima del film Vasco Rossi Modena Park, il rocker di Zocca vuole fare un regalo in esclusiva per tutti i fan che lo seguono con passione sui social: ecco il videoclip in anteprima di “Colpa d’Alfredo”, canzone iconica dell’emiliano che “dà il nome” al concerto dei record.

Vasco Rossi: Modena Park è “Colpa d’Alfredo”

“Ho perso un’altra occasione buona stasera”, ecco le prime parole che Vasco Rossi pronuncia sul palco di Modena Park, dopo aver fatto sorgere un gigantesco sole sui mega schermi accompagnato dalle note di “Così parlò Zarathustra” di Strauss. Il videoclip, però, non inizia proprio così: ci sono tantissimi frame che si avvicendano, che raccontano 40 anni di storia, la nostra e quella del rocker di Zocca, che non ha mai lasciato da soli i suoi fan durante la sua interminabile carriera. Vasco Rossi Modena Park è un po’ “Colpa d’Alfredo”, sì: è uno dei versi di questa canzone, infatti, che dà il titolo al concerto dei record, un evento epocale che ha segnato la storia della musica italiana. Perché? Innanzitutto, per la folla degli oltre 230mila fan che si sono riversati al Parco Ferrari, ormai cinque mesi fa, il primo luglio del 2017: una data che non dimenticheremo mai. Questa marea umana, che si è unita pacificamente e senza nessuna problematica organizzativa nonostante le paure e le polemiche dei giorni precedenti, è perfettamente visibile nel videoclip del brano: ecco come si è presentato il popolo del Blasco sotto i suoi occhi, quando nel primo pomeriggio è arrivato nei pressi del parco in elicottero. Il video è tutto da vedere e da gustare, ma vi avvertiamo: le emozioni sono fortissime e qualche lacrima potrebbe scendere. Soprattutto per quell’abbraccio nel backstage, con un Guido Elmi di spalle che accoglie con gioia Vasco Rossi, un amico più che un collega di lavoro. Le inquadrature, dunque, si alternano tra tutto ciò che accade sotto e sopra il palco di 150 metri su cui corre, salta e si dimena il rocker di Zocca, incontenibile e perfettamente a suo agio davanti al suo popolo, che si sbraccia e canta cercando di urlare ancora più forte, sempre di più, affinché ogni singola parola arrivi alle orecchie di Vasco, insieme a tutto il loro affetto.

“Abito fuori Modena…Modena Park!”

È questo il verso che dà il nome al concerto e Vasco Rossi lo canta con tutta la sua verve, facendo rimbombare tutta Modena, anzi Modena Park, delle sue roboanti note rock. Il pubblico, ovviamente, non può fare altro che seguirlo e scatenarsi con lui, sperando che quel momento non finisca mai. Sono tante le lacrime che iniziano a scendere dagli occhi dei 230mila quando, in effetti, si rendono conto che la notte di Vasco, la sua grande festa, sta per finire, ma il rocker fa a tutti una promessa. “Alla prossima!” urla dal palco e non è una frase fatta, visto che, a partire da giugno, Rossi sarà di nuovo in mezzo ai suoi fan nel VascoNonStop Live Tour 2018: la festa non è finita, è appena cominciata!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky