11 dicembre 2017

Vasco Rossi Tour: svelate le date del 2018

print-icon
Vasco Rossi

Contrariamente a quello che poteva pensare da ragazzino, Vasco Rossi è “ancora qua”. Il Komandante ha deciso di fare un regalo ai suoi fan, aumentando le date del prossimo tour estivo, che sarà negli stadi dal 2018.

Pronti a passare l’estate 2018 nel segno del rock? Vasco Rossi ha annunciato le nuove date del suo prossimo tour, e non avrebbe potuto rendere più felici i suoi fan.

Il tour 2018 del Blasco

Lo aveva annunciato già qualche mese fa: le date del suo tour sarebbero state almeno sette. Eppure stavolta Vasco Rossi ha deciso di superare le aspettative, e ha stilato un programma estivo di tutto rispetto. Nove esibizioni in cinque città italiane: il primo e il 2 giugno 2018 il Komandante sarà a Torino, allo Stadio Olimpico. Il 6 e il 7 giugno si esibirà invece allo Stadio Euganeo di Padova, l’11 e il 12 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il 17 giugno allo Stadio San Nicola di Bari e il 21 giugno allo Stadio San Filippo di Messina. L’entusiasmo dei fan del Blasco è già alle stelle per questo tour incredibile che segna, dopo tanti anni passati sulla cresta dell’onda, una nuova rinascita dell’artista. Come fare per accaparrarsi in tempo i biglietti del Vascononstoplivetour? Questi saranno messi in vendita sul sito di Vivaticket il 14 dicembre, dalle ore 13. Per gli iscritti al fanclub ufficiale di Vasco Rossi invece, c’è una piccola sorpresa dato che potranno prenotare il proprio posto al concerto dell’anno dalle 10 di mercoledì 13 dicembre.  

Nel segno di Vasco Rossi

Vasco Rossi è uno dei cantautori che più hanno cambiato il mondo della musica in Italia. Provocatore, ribelle e geniale, dopo quarant’anni di carriera è ancora uno degli artisti più ascoltati dai giovani del nostro paese. Blasco ha all’attivo trenta album e detiene – a oggi – il record mondiale di spettatori paganti in un solo concerto. Stiamo parlando ovviamente del Modena Park 2017, vero e proprio spettacolo evento che ha richiamato persone da tutta Europa.  La sua passione per la musica è nata da piccolo, ma è solo durante gli anni dell’università che è riuscito a dare sbocco alla sua vocazione artistica, iniziando a lavorare nei teatri. La svolta per Vasco Rossi è arrivata nel 1975, quando ha fondato – insieme con alcuni amici – una radio libera (negli anni ’70 erano molte le esperienze di questo tipo), facendosi conoscere dal grande pubblico e accumulando esperienza come presentatore. Ma è nel 1977 che è uscito il suo primo 45 giri, Jenny/Silvia, mentre nel 1978 ha visto la luce il disco d'esordio, “Ma cosa vuoi che sia una canzone”.

Un rocker cresciuto

Vasco Rossi è noto al grande pubblico per l’enorme scalpore che provocava la sua presenza nel mondo della musica italiana, che alla fine degli anni ’80 imparava ad affacciarsi al rock. Ma nel settore del mainstream non c’era molta comprensione per chi – seguendo l’esempio dei geni maledetti americani – viveva in modo non conforme alle regole e faceva di tutto per accorciare la propria esistenza. D’altra parte Vasco Rossi l’ha ripetuto più di una volta in passato: era convinto che sarebbe morto giovane, proprio come una rockstar. E invece è arrivato a oggi. Senza uscire di scena nemmeno per un giorno.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky