20 aprile 2009

X Factor, vince Matteo per 16 voti

print-icon
xfa

Il vincitore Matteo Becucci con Morgan

A Becucci i 300mila euro di premio. Il cantante livornese della squadra capitanata da Morgan ha sconfitto i Bastards in un vibrante testa a testa. In precedenza eliminato Jury finito al terzo posto. Guarda le foto dell'ultima puntata

di Fabrizio Basso

Ha vinto Matteo Becucci. Al termine di una serata ricca di colpi di scena (guarda la fotogallery) il cantante toscano scrive il suo nome nell'albo d'oro di X Factor. Per soli 16 voti.
Ai nastri di partenza si sono presentati in tre: Jury, The Bastards Sons of Dioniso e Matteo Becucci. Ma tutti hanno un po' vinto perché se si pensa che otto mesi fa, al casting, si sono presentati 30mila aspiranti cantanti, essere giunti in finale o anche "solo" rientrati nel programma, è già un successo. Ma questo è passato. X Factor è già nel futuro: si pensa alla prossima edizione che scatterà il 14 settembre e che culla due sogni, avere ospiti Lorenzo Jovanotti Cherubini e Robbie Williams.

La serata finale ha presentato illustri ospiti: Elio e Le Storie Tese che hanno duettato con i Bastards, Riccardo Cocciante (che ha annunciato per il 30 maggio 2009 uno straordinario concerto all'Arena di Verona) con Matteo e Gianluca Grignani con Jury. Il primo a presentarsi nell'agone è Becucci (mai finito in ballottaggio, ndr) con Margherita. Una strofa in solitario poi arriva Riccardo Cocciante. Stesso copione per Jury con La mia Storia tra le dita: un attacco perfetto e poi è lo steso Juri a presentare Gianluca Grignani. I Bastards sono ruffiani nell'approccio a Uomini col Borsello ma spettacolari. Ancora una volta Elio e Le Storie Tese stupiscono: sono una via di mezzo tra l'ubriacone del saloon e una confraternita di Mormoni. E' l'abbinamento più strampalato ma più divertente.
Per questa finale, dominata dal televoto, la giuria conquista un nuovo membro: Renato Zero.

Secondo giro. I Bastards attaccano con With a Little Help from my Friends, un classico dei Beatles per andare a conquistare i nostalgici dei Sixties. Jury Magliolo fatica con A chi, cavallo di battaglia di Fausto Leali. Morgan non ha paura di niente e in questa serata da bilancino affida a Matteo una ambiziosa Somebody to Love.
Chiuso con le cover si gioca la partita più difficile, quella degli inediti, perché qui emerge la tessitura vocale dell'artista. Rompe il ghiaccio Jury con Mi fai spaccare il mondo. Titolo impegnativo per i Bastards, L'amor carnale: un'esibizione da indemoniati, eccessivamente rock. Ma è buon rock e quindi ci sta! E' cantautoriale Impossibile di Matteo Becucci: l'impronta di Morgan c'è ma è lieve, il pirata plasma impalpabilmente. E' una bella dimostrazione di classicità vincente.

E' il momento del primo verdetto: va a casa Jury. Ha pagato l'azzardo di A chi e di un inedito che non ha lasciato il segno. Restano i Bastards e Becucci: assaggiano le rispettive forze rispettivamente con Contessa e Ancora Ancora. Si osservano a distanza con la prova a cappella. Quindi si traccheggia aspettando la chiusura del televoto, perché i due finalisti sono divisi da meno di mille voti, che in un finale ricco di colpi di scena si riduce a 16. E Matteo Becucci entra nella storia. Almeno quella di X Factor.

Guarda la fotogallery dell'ultima puntata di X Factor

Morgan svela l’X-Factor: "Più Tenco e meno Pop"

Da Morgan a Marco: fotogallery

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky