Albert Einstein: Genius di serie

 

Un  cast stellare per la prima serie tv prodotta da National Geographic. Il premio Oscar Geoffrey Rush e Emily Watson rispettivamente nel ruolo di Albert Einstein e della moglie Elsa. Prodotta e diretta da Ron Howard Genius andrà in onda in prima visione assoluta su National Geographic dall’11 maggio il giovedì alle 20:55. 

 

 



di Paolo Nizza

Pronunci il nome di Albert Einstein e subito ti viene in mente la parola genio. L'unico scienziato a trasfigurarsi in un'icona pop, ad abitare nell'immaginario collettivo pure di quelli in pesante imbarazzo con le divisioni a due cifre. Quella pettinatura che pare frutto di uno scoppio improvviso di petardi, quella linguaccia impertinente mostrata al fotografo Arthur Sasse, si sono moltiplicate come conigli allupati su mug, magliette, riviste, cartoline. Eppure, se del fisico e del filosofo sappiamo molto, dell'uomo sappiamo molto poco.
A colmare questa lacuna ci ha pensato Genius: Einstein è la prima serie tv mai prodotta da National Geographic, un vero e proprio evento globale che sarà trasmesso in contemporanea in 171 paesi del mondo- In Italia la serie sarà in onda su National Geographic (canale 403 di Sky) in prima visione assoluta dall’11 maggio il giovedì alle 20:55.

Con un sapiente utilizzo di Flashback, alternati a Flashfoward, la serie porta alla luce la giovinezza di una delle menti più brillanti del XX secolo. Già Baudelaire sapeva che "Il genio è l'infanzia ritrovata a volontà", Così scopriamo il primi passi, i primi amori di un giovane uomo che considerava innaturale la monogamia. Un titano  con la consapevolezza che passato, presente e futuro, non sono che un'illusione. Ma anche un essere umano vittima della persecuzione nazista contro gli ebrei, ma pure della caccia alle streghe attuata dal direttore del Fbi John Edgar Hoover. 

Dal conflitto con il padre che lo voleva ingegnere ai complessi e conflittuali rapporti con le donne, con le due mogli e con i propri figli, Genius ci offre un ritratto originale e coinvolgente dell'inventore della teoria della relatività, scevro dalla facile agiografia e dai tanti luoghi comuni tipici di certi biopic svogliati e trasandati.

Insomma, una fiction che non si limita ad enunciare la nascita della formula fisica più famosa al mondo.

Oltre a 2E=mc²2. Genius ci mostra il lato vulnerabile della genialità, espone, senza intenti scandalistici, la fragilità emotiva di un immenso talento che di sé diceva: "Come mai nessuno mi capisce e tutti mi amano? E forse grazie a questa serie, anche noi, cerebralmente normodotati, potremmo comprendere appieno questo rivoluzionario della dimensione spazio temporale.  Un fisico che era solito dire: "Dostoevskij a me ha dato più di qualunque scienziato."

Copyright © 2013 Sky Italia - P.IVA 04619241005