Caricamento in corso...
28 maggio 2010

Mondiali, Facebook va allo stadio e ti dice chi tifa di più

print-icon
fac

Un tifoso brasiliano assai colorito

In vista dei mondiali del Sudafrica, Facebook ha commissionato un'applicazione per monitorare il coinvolgimento dei tifosi ed elaborare un "indice di passionalità" per nazione. Gli italiani sono all’ottavo posto, ma i giochi soono ancora aperti

di Simone D’Ambrosio

Finiti campionati, coppe di lega e Champions League, ormai l’attenzione dell’universo calcistico è tutta rivolta ai mondiali sudafricani. Tra poco più di due settimane torneranno protagoniste le vuvuzelas, quelle fastidiosissime trombette a fiato di cui abbiamo già subito un discreto antipasto durante l’ultima Confederations Cup.

Il folklore ormai è una componente fondamentale dello sport, specie se serve in qualche modo a unire tifosi e supporter di diverse nazioni. Certo il tifo da nazionale ha poco da spartire con le faide domenicali dei campionati locali, ma il calore e il colore delle curve riesce a far parlare di sé anche quando i cori, le grida e gli insulti vengono più spesso sostituiti da ola, applausi e inni cantati a squarciagola.

Anche Facebook ha deciso di lanciarsi in questo universo con la nuova applicazione Goal! Leaderboard, uno strumento che punta a monitorare il coinvolgimento dei tifosi delle diverse nazioni e a stilare una sorta di indice di passionalità – calcolato attraverso un semplicissimo rapporto tra la popolazione internet di quello stato e la frequenza dei Like ricevuti da ciascuna nazionale in campo. In questa particolare classifica svetta, a grande sorpresa, il Cile, seguito da Honduras e Slovenia. Se però guardiamo al totale dei sostegni giunti passando a un’analisi di mera popolarità, l’Italia – che nella precedente classifica è solo all’ottavo posto – risulta saldamente al comando con oltre 370 mila tifosi virtuali fin qui pervenuti. Volendo ci si potrebbe perdere in un’infinità di confronti, sfruttando le mini-classifiche settimanali – dette di “Intensità” – quelle per area geografica o, ancora, per girone dei prossimi campionati. E chi non fosse ancora pienamente appagato, può sempre districarsi nella pagina delle discussioni trovando tanto pane per i propri denti quanto più discreta è la dimestichezza con le lingue!

Insomma, assolutamente nessun crisma di scientificità vista la forte dipendenza dal grado di penetrazione del social network  all’interno dei vari Paesi e dell’applicazione all’interno del social network stesso, ma molto più semplicemente un simpatico modo per parlare già di Coppa del Mondo ingannando la lunga attesa del fischio iniziale.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky