23 gennaio 2017

Elena Villa, la teacher musicale di YouTube

print-icon
ele

Elena Villa

Quasi per caso Elena Villa sceglie YouTube per fornire ai suoi allievi piccole lezioni di musica. Un metodo diretto, intelligente e, soprattutto, che porta via poco tempo. Ma ti fa venire voglia di investircene molto di più. La abbiamo intervistata

di Fabrizio Basso
(@BassoFabrizio)


Un avvio da Formula 1. Perché Elena Villa, artista e insegnante di musica, ha subito intuito che l'attività di youtuber sarebbe stata perfetta per integrare la sua attività di teacher delle sette note. Come è giunta a questa svolta ce lo racconta in questa intervista.




Elena una mattina si sveglia...youtuber?

Diciamo che da parecchio tempo pensavo a realizzare delle video lezioni. Insegno canto da molti anni e questo è un metodo per restare in contatto con gli allievi. Consideri che ho due figli e anche per me il tempo va gestito.
Una sorta di folgorazione.
Il video è il corrispettivo del compito da fare a casa. Questo è un settore dove c'è richiesta. La mia esperienza da youtuber è appena iniziata ma è già centrale per il mio lavoro. Vorrei poterla approfondire, avere più accessi per farla crescere.
Sul suo canale cosa troviamo?
Presento brevi video di circa 10, 15 minuti l’uno sulla tecnica vocale e a richiesta su argomenti che alcuni allievi possono ritenere più interessanti.
Il primo?
Un video in inglese sulla pronuncia in italiano dell’aria di Musetta Quando m’en vo, su richiesta di una cantante lirica canadese mia amica. Non è questo un linguaggio interiorizzato, si è sviluppato in primis su whatsapp.
La necessità da dove nasce?
Spesso i cantanti stranieri sono digiuni della nostra metrica. Non sanno quando le parole le pronunciamo attaccate o separate, quando prendiamo il respiro. Ecco l'utilità, una delle utilità, di questo metodo.
Fa tutto da sola?
Sì. La difficoltà è stata sulle luci e sulle riprese. Tutto deve essere veloce. Insegno musica da vent'anni e quindi lavoro su argomenti specifici e tipi particolari di suoni.
Lei fa anche parte di una band, i Malcondita.
Quel progetto al momento è fermo.
Quindi insistiamo su YouTube?
Ho un corso già pronto, potrei fare un e-book. Faccio anche quattro video in un giorno ed è sempre buona la prima.
Il lato più bello?
L'approccio.


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky