Caricamento in corso...
08 settembre 2017

Cher in visibilio su Twitter per il figlio Chaz Bono in AHS: Cult

print-icon
Cher in visibilio su Twitter per il figlio Chaz in AHS: Cult

Regina del pop, regina del set e soprattutto regina del cuore dei suoi figli! Quando si tratta di fare il tifo per il suo piccolo Chaz Bono, state pur certi che Cher sarà sempre in prima posizione, urlando e strepitando, come quel genere di mamme che fanno un tifo talmente scatenato da mettere in imbarazzo i loro bambini. Che dolcezza!

Con l’arrivo della prima puntata della nuova stagione di “American Horror Story: Cult”, Cher ha fatto un tifo sfegatato per il suo meraviglioso “bambino” Chaz Bono, e per essere sicura che tutti sapessero di quanto era orgogliosa, ha metodicamente pubblicato tutto su Twitter. Cher, una mamma vocalissima e… attenta!

American Horror Story: Cult, Chaz Bono è un sostenitore di Trump

Avevamo già visto Chaz Bono nei panni di uno dei membri della famiglia Polk in “American Horror Story: Roanoke”, la penultima stagione, ma probabilmente la sua presenza era passata un po’ in sordina. Ora, con il suo ruolo di “Gary K Longstreet”, sostenitore di Donald Trump, Chaz Bono torna per restare e viene acclamato in tutti i modi possibili e immaginabili dalla sua mammina di 71 anni, vincitrice di un Oscar e grande sostenitrice di Hillary Clinton.

Chaz Bono, 48 anni, nominato agli Emmy, produttore e a sua volta sostenitore della Clinton nella vita reale, è stato letteralmente sommerso di messaggi pubblici da parte della sua mammina Cher, che non ci ha pensato nemmeno un secondo e lo ha osannato su Twitter, davanti a tutto il mondo. Lei, che con i suoi 6 milioni e mezzo di fan social può trasmettere in pochi secondi un messaggio di risonanza globale, ha twittato: “Sei un artista di talento… Lo sapevo sin dal primo secondo che ho visto le scene del film. È stato magico… sei favoloso! La mamma”. Insomma: il classico commento che imbarazza i figli di tutto il mondo da mille generazioni.

American Horror Story: Cult, chi è Gary Longstreet

Nel primo episodio vediamo il personaggio di Chaz, Gary K Longstreet, che indossa un cappellino rosso con il motto della campagna elettorale 2016 “Make America Great Again” e lavora come commesso in un supermercato. Lui, maschio bianco, etero, è l’opposto della protagonista Sarah Paulson, volto di Ally Mayfair-Richards, lesbica e perseguitata da clown invisibili, dalla tripofobia, dalla claustrofobia e dalla paura dei germi. Non in quest’ordine. “Sono davvero eccitato e onorato di poter partecipare a questa stagione straordinaria,” ha dichiarato Chaz, nato femmina con il nome di Chastity, sulla sua pagina Facebook. “Sono da sempre un grandissimo fan di #AHS, sin dalla prima stagione ‘Murder House’. E posso affermare con certezza che American Horror Story Cult sarà incredibile! Penso che i fan lo adoreranno”. Per il momento, Chaz preferisce non interpretare personaggi transgender: “È una decisione che ho preso qualche anno fa, almeno finché non mi stabilizzo”, aveva raccontato Chaz al People, “Sono un caratterista e mi piace interpretare cose strane e borderline, ma preferisco non essere giudicato prima di cominciare a recitare. Voglio potermi trasformare in tutte le persone che desidero”.

Sorpresa delle sorprese, probabilmente anche Cher prenderà parte alla stagione di “American Horror Story: Cult”. Sebbene ancora non si sappia molto del progetto, si vocifera che la popstar abbia invitato tutto il cast al suo concerto, il mese scorso, e che abbia lasciato intendere di stare filmando un progetto “a sorpresa” e, soprattutto, “per divertimento”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky