14 dicembre 2017

Justin Bieber: messaggio al ragazzo vittima dei bulli

print-icon
Justin Bieber

Il bullismo è una piaga sociale e sempre più teenager e bambini ne sono vittime. C’è chi però, come Justin Bieber, ha deciso di schierarsi dalla parte giusta: e c’è voluto un video di denuncia molto forte per sollevare un’ondata d’indignazione.

Nei giorni scorsi, Keaton ha commosso il mondo intero con il video in cui denunciava di essere vittima dei bulli. «Perché lo fate?» è il messaggio che riecheggia ancora nella testa delle persone. Anche quella di Justin Bieber.

Contro il bullismo

È una storia agghiacciante quella di Keaton, un ragazzino che vive negli Stati Uniti e che dovrebbe pensare solo ad andare bene a scuola e divertirsi con gli amici. Questo purtroppo non può succedere. Il motivo? È terribile: il bambino è vittima di bullismo. In un video diventato virale sul web – è stato visto 20milioni di volte – Keaton si sfoga piangendo con la madre, dicendo di aver paura di mettere piede a scuola. «Se sono diverso, non è colpa mia. Mi dicono che sono brutto, che non ho amici. Mi hanno versato il latte addosso e messo il prosciutto nelle tasche», racconta disperato rivolto alla telecamera del cellulare. Keaton ha commosso il mondo intero: sono decine le celebrity che si sono mobilitate per supportarlo. Katy Perry, LeBron James, Chris Evans, Justin Bieber. E proprio il cantante canadese è uno di quelli che più è stato toccato dal messaggio di Keaton, poiché da bambino è stato anche lui vittima di bullismo. «Keaton, sei il migliore, sei un mito, sei una leggenda, al diavolo quei tizi. Il fatto che quel ragazzo abbia ancora compassione è una prova che è un grande. Hai trovato un amico!». Justin Bieber ha poi invitato Keaton – tramite il suo account Instagram – a contattarlo per parlare.

Una storia che si ripete

Justin Bieber è sempre stato in prima linea nella lotta contro il bullismo perché anche lui ne è stato vittima quando era piccolo. «Ci sono passato anch’io. La maggior parte delle persone, in un momento o l'altro della sua vita, è attaccata da questa gente. Penso sia ora che si cominci a cambiare. Molte volte i presidi lasciano passare gli episodi di bullismo. Oppure sono gli insegnanti. O i compagni di classe. Credo che un film come “Bully” diffonda un messaggio molto potente e possa aiutare molti a modificare atteggiamento nei confronti di questo problema. Anche se sei solo uno spettatore di un episodio di bullismo, parlane a qualcuno. La maggior parte delle volte si rimane in silenzio, si lascia tutto dentro e fa ancora più male». Justin Bieber è diventato famoso quando era solo un bambino grazie a dei video messi su YouTube. Se da un lato questa mossa l’ha portato dritto al successo, dall’altro si è trovato a gestire la fama nel periodo più difficile della sua vita. La star, inoltre, è stata spesso al centro dell’attenzione – negativa – di media e altre celebrità, che non si sono mai risparmiate nel prenderlo in giro, in genere senza motivo. Anche il pubblico si è sempre divertito a farsi beffe di Justin Bieber. Spesso non ci si rende conto di quanto possa essere sbagliato un atteggiamento del genere, ma forse è ora d’iniziare a riflettere sulla pericolosità di certe parole e atteggiamenti. Così da cambiare un po’ tutti quanti.

Un post condiviso da Justin Bieber (@justinbieber) in data:

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky