15 luglio 2011

X-Factor: a tutto made in Italy!

print-icon
vis

Gli aspiranti cantanti accorsi per i Casting di X-Factor

Da Mina a Giorgia passando per Samuele Bersani e Ligabue, gli aspiranti cantanti hanno dimostrato di sentirsi più a loro agio con brani nostrani. Alla faccia di Lady Gaga, dei Take That e di Madonna! GUARDA I VIDEO

Sfoglia l'album fotografico di X-Factor
Iscriviti ai Casting On-Line
X Factor: i casting a Roma dal 21 al 24 luglio

di Camilla Sernagiotto

L’inglese è una lingua molto musicale, il Pop è nato in America, le più grandi Music Star del globo sono a stelle e strisce o, al massimo, prendono il tè delle cinque con la regina…

È vero: chi sogna di diventare una Rock Star internazionale, non ha certo come modelli i cantanti italiani (anche se nomi come Laura Pausini ed Eros Ramazzotti hanno un seguito che nulla ha da invidiare agli Evanescence), eppure le ugole d’oro nostrane ce le hanno nel sangue...

Cosa? Le sette note tricolori!

E anche ai casting di X-Factor molti aspiranti cantanti hanno preferito esibirsi di fronte alle telecamere di Sky.it non con la hit statunitense di turno, non con il pezzo soul evergreen e nemmeno con Knocking On Heaven’s Door, Aretha Franklin e compagnia bella, ma con titoli e nomi appartenenti al made in Italy!

Da Giorgia a Laura Pausini fino ad arrivare all’ugola tricolore più gettonata, ovvero quella di Mina, anche ai provini di X-Factor hanno trionfato i 150 anni di unione italiana!

Con tanto di canzoni popolari napoletane, inni degli Alpini, brani che fanno parte del nostro sostrato musicale, oltre a quelli più moderni che hanno partecipato agli ultimi dieci Festival di Sanremo.

Sarà perché gli italiani, si sa, hanno una pronuncia inglese pessima?

Sarà perché riescono ad imitare meglio il dialetto sardo dell’entroterra piuttosto che lo slang americano?

Chissà, fatto sta che non c'è alcun dubbio: l’Italia è una Repubblica fondata sulla musica!

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky