Caricamento in corso...
24 luglio 2013

Janet Fischietto: quando il tatuaggio incontra il Burlesque

print-icon
jan

Janet Fischietto, esempio vivente di quanto i tatuaggi siano la quintessenza della sensualità. Foto di Camilla Ambrosoli e Luca Ava. Credits: Voodoo De Luxe

Il tattoo torna alla ribalta, parola di “Best Ink ”, in onda ogni giovedì su Sky Uno HD, e della bellissima Janet Fischietto . La reginetta dell’arte burlesca italiana ci racconta il suo rapporto con l’inchiostro su pelle

di Camilla Sernagiotto

È il fiore all’occhiello del Burlesque nostrano, la femme fatale che appena sale sul palcoscenico provoca attacchi di cuore e brividi lungo la schiena.

Si chiama Janet Fischietto ed è la ballerina burlesca che tutti vorrebbero avere tatuata sull’avambraccio.
E proprio di tatuaggi super sexy straborda il suo corpicino mozzafiato, motivo per cui Janet è gettonatissima tra gli ospiti di ogni Tattoo Convention ed evento legato all’arte dell’inchiostro su pelle.

Chissà con quali altri tattoos rock‘n’roll la impreziosirebbero i 12 concorrenti del reality show Best Ink, in onda su Sky Uno HD ogni giovedì sera!
Di sicuro apprezzerebbero i capolavori dal retrogusto rockabilly che la Fischietto sfoggia su buona parte della sua succulenta carne…

Al secolo Valentina Ursi, si avvicina al mondo del burlesque nel 2007 incarnandone l’immaginario più freak & rock. Una bellezza da pelle d’oca alla quale si aggiunge un sex appeal che farebbe invidia a Marilyn Monroe e Bettie Page messe assieme, ecco quali sono le caratteristiche principali di questa modella che la lungimirante agenzia Voodoo De Luxe non s'è certo lasciata scappare, accogliendola a braccia aperte.

Make up artist, indossatrice, costumista e attrice, la Fischietto è la prezzemolina del mondo burlesque e non solo: da Nina Zilli a Raphael Gualazzi fino ad arrivare alla giovanissima band di power pop rockeggiante che va sotto il nome di Neuro Star, non c’è nome del firmamento musicale italiano che non voglia a tutti i costi un suo cameo nei propri videoclip!

Aspettando che si esibisca sul palco principale della Tattoo Convention di Londra il 27 settembre prossimo, abbiamo incontrato Janet Fischietto per chiederle com’è iniziata la sua passione per il tatuaggio e per la sua eccitante professione.

Com’è nato il tuo amore per l’arte del Burlesque?
Mi sono laureata in Arti Visive e ciò mi ha portato a indagare per la mia tesi di laurea il mondo dell'intrattenimento e del trasformismo d'inizio secolo. Nel frattempo lavoravo in locali dove mettevo in scena spettacoli ed avevo un forte amore per tutto ciò che era retrò e vintage; dai personaggi del cinema e dell'arte che animavano quel mondo all'estetica. Era il 2007-2008 e in Italia si iniziava a parlare di Burlesque. La prima e unica agenzia di riferimento che rappresentava questo mondo era , ed è tutt'ora, Voodoo De Luxe. Mi trovarono loro e mai connubio e incontro fu più propizio! Dopo un anno di lavoro intenso con loro, coreografico e stilistico all'inizio del 2009 portai in scena il mio primo spettacolo “The cigarette girl” sulle note di Love Me Or Leave Me di Benny Goodman.

Che connessione c’è tra il Burlesque e l’arte del tatuaggio?
In generale nessuna reale connessione, ma nel mio caso specifico il tatuaggio è parte integrante del mio personaggio. L'ispirazione è proprio quella della donna di provenienza esotica dei freak show o side show del circo di inizio secolo. Erano donne di cui si raccontavano storie da sogno e provenienze fantastiche. Donne che attiravano l'attenzione per la loro pelle armoniosamente e dettagliatamente disegnata e per le loro movenze accattivanti. Oggi il tatuaggio è sdoganato, ma all'epoca era veramente per pochi, tanto che si andava al circo per vedere cose simili. Mi piace l'idea di svelare i miei tatuaggi a poco a poco nei miei show...ci sono ancora persone che rimangono stupite “ ah hai anche quelli?! Non li avevo mai visti!” Il burlesque è nudità, ma mai volgarità nel far vedere tutto e subito... ribadisco, ci vuole tease!

A tuo avviso, il tatuaggio riesce ad aumentare la sensualità di una donna?
A mio avviso si. Lo è dal momento in cui diventa un tutt'uno con l'armonia delle forme del corpo e ovviamente se è ben fatto.

Quanti tatuaggi hai?
15

Qual è il primo che hai fatto?
Il primo me lo feci da sola, è una scritta sulle dita della mano sinistra.

Il significato dei tuoi tatuaggi?
L’insieme dei miei tatuaggi racconta di un immaginario, di un mondo e allo stesso tempo sono atti a decorare il mio corpo.

Il tatuaggio al quale tieni di più?
Senza dubbio leone e tigre sul petto sono un gran tesoro per me. Mi rappresentano per il modo in cui affronto la vita e sono due gran compagne di viaggio.

Hai un tatuatore di fiducia?
Certo: Stizzo e il suo studio Best Of Times sono dove corro appena ho un'idea... un'ispirazione. Lui le sa rendere realtà!

Ti sei mai pentita di un tatuaggio fatto?
No mai, fanno parte del mio percorso.

Cosa non bisognerebbe mai tatuarsi?
La copia di qualcosa che è già stato fatto. Ogni tatuaggio dovrebbe essere frutto di un elaborato personale.

Nuovi tatuaggi in programma?
Top secret!

Progetti futuri per quanto riguarda la tua professione?
Approfondire ed essere sempre più curiosa per creare ogni volta una performance unica! Il trapezio fisso al momento è ciò a cui sto lavorando assiduamente.

Janet Fischietto -Trapeze Folies from JanetFischiettoOfficial on Vimeo.


IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky