Caricamento in corso...

Melania Trump

Biografia

Tutto su Melania Trump

Cosa ci fa una first lady degli Stati Uniti d’America sulle passerelle di moda e al centro del gossip a stelle e strisce?

Una risposta di tutto rispetto la potrebbe dare Melania, la moglie dell’appena insediato 45° presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump.

Melania Knavs, germanizzata in Knauss, è nata in Slovenia ma oggi è conosciuta con il cognome dell’uomo che ha sposato nel 2005.

Viktor Knavs, il padre della piccola Melania, gestisce un concessionario di auto e motociclette a Sevnica, nella valle del Sava quando nasce la figlia.

Un’infanzia dignitosa ma modesta la sua, almeno fino al giorno in cui, siamo nel 1986, la bella di casa decide di intraprendere la carriera da modella e di iniziare a frequentare le prime passerelle.

A 18 anni, poi, firma il suo primo contratto con un’azienda di Milano e inizia a disimpegnarsi con determinazione in un mondo che sembra offrirle uno status di altissimo livello.

 

Carriera

Melania parla inglese, italiano, tedesco, francese e serbocroato, così per lei diventa facile passare da una passerella all’altra e conquistare anche quelle più prestigiose di Parigi.

Nel 1996 decide di trasferirsi a New York per lavorare con alcuni dei migliori fotografi del jet set statunitense.

Diventa protagonista di servizi per Helmut Newton, Patrick Demarchelier e Mario Testino e successivamente conquista anche le copertine dei magazine più famosi del mondo, da Vogue ad Harper’s Bazar, da Ocean Drive a In Style, da New York Magazine a Vanity Fair per arrivare a GQ ed Elle.

Il suo nome compare nelle liste di ingaggio delle più importanti aziende di moda del mondo, compresa quella del magnate statunitense e istrionico Donald Trump. I due si incontrano per la prima volta alla Fashion Week di New York nel 1998.

La loro relazione si concretizza nel 1999 quando Melania appare accanto a Trump mentre quest’ultimo fa campagna elettorale per il Reform Party 2000.

Nel 2004 i due si fidanzano ufficialmente e nel 2005 convolano a nozze in una cerimonia sfarzosa e degna del magnate americano, ospitata al Mar-A-Lago di Trump a Palm Beach, Florida.

 I coniugi Trump diventano assoluti protagonisti in tv, partecipando ad alcune trasmissioni. Melania, nel frattempo fa da co-presentatrice in alcuni show televisivi assieme a Barbara Welters, che in più di un’occasione non esiterà a tesserne le lodi, diventa personaggio pubblicitario, lancia una linea di cosmetici e una collezione di orologi e gioielli.

 Le passerelle di moda sono ormai un ricordo e Melania sembra sfruttare al massimo lo spirito imprenditoriale del marito Donald per lanciarsi anche lei nel mondo della finanza statunitense. Ma senza mai dimenticare le opere di carità.

Melania Trump lega il proprio nome a quello di tanti eventi di beneficenza come la Breast Cancer Research Foundation, diventa presidente onorario della Martha Graham Dance Company (2005) e del The Boy's Club di New York. 

Sempre nel 2005, la Croce Rossa Americana la premia con il titolo di Goodwill Ambassador. Diventa membro attivo e viene omaggiata con il premio Woman of The Year dalla Police Athletic League, siamo nel 2006.

Nel 2008 suona il campanello di chiusura alla NASDAQ per commemorare la Fifth Annual National Love Our Children Day e l'inizio del mese della National Child Abuse Prevention.

I coniugi Trump costituiscono un forte sodalizio, vanno in tv e presenziano a importanti eventi in tutte le città degli Stati Uniti. La loro unione si fa sempre più solida e sempre più di dominio pubblico tra il 2015 e il 2016, durante gli anni della campagna di Donald Trump per le primarie prima e per la Casa Bianca poi.

Il magnate americano diventa protagonista delle cronache politiche a stelle e strisce. Si tira dietro un vortice di polemiche che nemmeno Richard Nixon ai tempi del Watergate, ma alla fine ha ragione e vola verso la Casa Bianca, battendo Hillary Clinton e diventando il 45° presidente degli Stati Uniti d’America.

 

News e curiosità

 E Melania? La ex modella è sempre al suo fianco. Diventa un riferimento importante per il marito e, sebbene sia spesso vittima di critiche e sfottò da social network, si prepara con determinazione al ruolo più importante della sua vita: essere la first lady.

Il suo sostegno al marito non manca mai, lo dichiara in più di un’intervista, evidenziando l’ambizione di essere una first lady tradizionalista come Betty Ford o Jackie Kennedy.

Fa notizia il suo discorso dopo le elezioni, le cui parole sono molto simili a quelle pronunciate da Michelle Obama all’indomani dell’elezione di Barack.

Ma Melania va avanti e si presenta alla Casa Bianca con il massimo della dignità. Le polemiche – anche quelle legate ai suoi outfit o agli stilisti che si rifiutano di confezionare abiti per lei -  non sembrano demoralizzarla.

E nonostante dalle parti di Washington – e non solo – si dica che Melania sia la prima vittima dell’ego smisurato del marito Donald, lei prosegue nel suo tentativo di ritagliarsi un ruolo importante e di adeguarsi con tanta applicazione a un ruolo istituzionale molto delicato e di grandissima importanza. 

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky