Caricamento in corso...

Shakira

Biografia

Tutto su Shakira

Shakira (vero nome di Shakira Isabel Mebarak Ripoll) nasce il 2 febbraio 1977 a Barranquilla, Colombia. Internazionale già nelle origini (newyorkesi e libanesi da parte di padre, colombiane, catalane, spagnole e italiane da parte di madre), sarà l’artista musicale colombiana di maggior successo di tutti i tempi, tanto che a lei è stata dedicata una grande scultura nella città natale.

Il suo talento emerge fin da giovanissima: già nel 1983 vince il concorso per giovani talenti Buscando Artista Infantil, titolo che le rimarrà per i tre anni successivi.
A 8 anni compone le sue prime canzoni, sulla macchina da scrivere regalatale dal padre, a 11 impara a suonare la chitarra, si avvicina alla danza quasi per caso, improvvisando in un ristorante mediorientale sulle note del tamburo darabouka.

A 10 anni arriva però per lei la prima delusione: viene esclusa dal coro della scuola perché la sua voce sarebbe simile “a quella di una capra”. L’unico inciampo in una strada fatta di interventi in radio e tv che la porteranno al successo, arrivato quando Shakira avrà solo 14 anni tramite un primo contratto con la Sony Music, avuto tramite la produttrice teatrale Moncia Ariza.

 

La Magia di Shakira

La carriera discografica della giovane colombiana inizia appunto in tenerissima età: il primo disco Magia, per Sony, raccoglie i brani composti fin dall’età di otto anni, e ottiene un certo successo di pubblico e critica, oltre a porla sotto i riflettori internazionali. Selezionata infatti per rappresentare il proprio paese al festival OTI, per quell’anno in Spagna, non ha però l’età minima di 16 anni per partecipare. Al contrario, il secondo album Peligro non desta particolare clamore e così la giovanissima artista si impegna nella recitazione di una parte in una telenovela colombiana.


Nel ’95 Shakira decide di ritentare in campo discografico con testi più autobiografici e pieni di sentimento: il nuovo CD Pies descalzos esplode in un vero e proprio boom commerciale, che la porta a vendere più di quattro milioni di copie e farsi conoscere dal pubblico statunitense, spagnolo e sudamericano come una delle promesse del pop latino.


Un ulteriore salto di carriera avviene quando la giovane colombiana passa alla casa discografica del marito di Gloria Estefan, facendo incontrare quelle che sono oggi le due star latine più famose di tutti i tempi. Sarà proprio Gloria, convinta del talento di Shakira, a spingere per farle cantare anche in inglese il nuovo album “Donde estan los ladrones?”, un lavoro ambizioso sulla corruzione imperante in Colombia che diventa subito disco di platino.

Riluttante al tentativo anglofono, Shakira vuole occuparsi personalmente della stesura del nuovo testo: dopo il successo del pezzo di prova “Inevitable”, decide di studiare per poter comporre i suoi pezzi direttamente in questa lingua.

È il 1999: quasi all’apice del successo, Shakira viene invitata a tenere un concerto unplugged per MTV a Newyork. L’esibizione viene trasmessa come programma TV in quasi tutti i paesi dell’America settentrionale e meridionale e viene prodotta come album che le varrà diversi premi, come il Grammy per miglior album e quelli per migliore voce femminile pop e rock.


Per la giovane Shakira è il momento di una svolta: studiando l’inglese sulle poesie di Walt Whitman, inizia a comporre in questa lingua fino al lancio del suo primo album di inediti anglofono, “Laundry Service” (gli altri erano stati traduzione di successi in lingua madre). È un boom: il disco raggiunge le 20 milioni di copie in tutto il mondo, 3 dei quali nei soli States: con un Grammy e 4 MTV Music Award per il miglior video musicale (il tormentone Whenever Whenever) e miglior pezzo rock  (Tango), Shakira è ora una degli artisti di maggior rilievo della scena internazionale.


Dopo il successo dell’album, Shakira si dedica ad alcuni dischi celebrativi delle sue greatest hits fino all’uscita di quelli che lei definisce “album gemelli”: Fijation Oral, spagnolo, che tratta tematiche romantiche e sentimentali, e Oral Fijation, inglese, che invece tratta argomenti sociali e domande esistenziali.

Shakira ha pubblicato quindi una serie di dischi di grandissimo successo come She wolf (2009) dalle sonorità digitali lancia successi come la title track omonima e Did it again. A questo album verrà aggiunta nel 2010 Waka Waka (this time for Africa), la canzone scelta come inno ufficiale dei Mondiali di Calcio 2010, che diverrà uno dei suoi più grandi successi planetari: brano di maggior successo nella storia della classifica Top Digital e terzo video più visto nella storia di youtube.


Dopo un periodo di pausa dato dalla nascita del primogenito Milan e l’esperienza come coach nel talent The Voice, esce nel 2014 il suo ultimo lavoro “Shakira”, di cui fa parte il singolo “Can’t remember to forget you” in collaborazione con Rihanna.

 

Vita privata

E’ stata legata per 11 anni ad Antonio De La Rua, avvocato e figlio dell’ex presidente argentino, dal quale si è ufficialmente separata a gennaio del 2011. Dopo questo annuncio le sono stati affibbiati diversi flirt, come quello con il tennista spagnolo Rafael Nadal. Il 2 febbraio dello stesso anno però, il calciatore spagnolo del Barcellona Gerard Piqué, esce allo scoperto e annuncia la loro relazione. Il 22 gennaio del 2013 nasce Milan e il 29 gennaio del 2015 il secondo genito Sasha.

 

Curiosità

  • L’album Oral Fijation, in inglese, gemello di Fijation Oral, cantato invece in spagnolo, ottiene un grande successo ma in Medio Oriente viene censurato per le opinioni espresse in ambito religioso: i pezzi di maggior successo sono Don’t Bother e la conosciutissima Hips don’t lie, aggiunta in seguito all’enorme successo avuto come singolo. La canzone verrà eseguita anche durante la finale dei Mondiali di Calcio 2006.
  • Il nome Shakira in arabo significa “piena di gratitudine.
  • Ha imparato tutti i segreti della danza del ventre dalla nonna libanese.
  • Ha un quoziente intellettivo di 140.
  • Shakira e Gerard Piqué sono nati entrambi lo stesso giorno (a 10 anni di distanza): il 2 febbraio.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky